Petrolchimico: protesta contro ENI. “Sbagliato chiudere il cracking di Marghera”

petrolchimicoUn mese intero di protesta contro la decisione di ENI di chiudere l’impianto di cracking di Marghera: le RSU del petrolchimico di Ferrara, che hanno deciso di indire un blocco delle flessibilità orarie di tutti i lavoratori per l’intero mese di ottobre.

 Il cracking di Marghera è un impianto che produce etilene e propilene, materie prime necessarie alle principali lavorazioni che si effettuano nel petrochimico di Ferrara (ma anche di Mantova), dove arrivano attraverso una conduttura detta pipeline.

 “La RSU –spiega una nota – ritiene che la chiusura del Cracking di Porto Marghera rischi di provocare effetti devastanti sull’intera area produttiva del quadrilatero padano”. Da qui la decisione di avviare la protesta

[flv image=”https://www.telestense.it/img-video/09petrolchimico.jpeg”]rtmp://telestense.meway.tv:80/telestense_vod/09petrolchimico.mp4[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.