Petrolchimico, vecchio Inceneritore addio: Sindyal bonifica in 4 anni – VIDEO ALL’INTERNO DEL POLO

XX petrolchimico-1

Nell’area del polo petrolchimico di Ferrara ci sono almeno 40 ha di terreno che potrebbero essere destinati a nuovi insediamenti produttivi quando verranno completate le operazioni di bonifica.

Lo ha spiegato Giovanni Milani, amministratore delegato di Syndial, la società dell’ENI che ha il compito di demolire i vecchi impianti di proprietà dell’azienda, e bonificare le aree con problemi ambientali nei petrolchimici e nei siti produttivi. Syndial è proprietaria di 100 ettari, un terzo circa dell’area su cui si estende il petrolchimico di Ferrara.

Le operazioni di demolizione e bonifica per la verità sono già cominciate: a settembre scorso si è iniziato a demolire il vecchio inceneritore del polo petrolchimico. Nato per volontà della allora Monteco a fine anni ’80, smaltiva 12mila tonnellate/anno di rifiuti industriali. Nel 2005 ha concluso la propria attività, ora si avvia alla distruzione.

Non è l’unico impianto legato al passato industriale del petrolchimico che verrà smantellato: anche la cosiddetta CTE1, vecchia centrale di alimentazione del sito industriale, da tempo in disuso, appartiene a Syndial e sarà demolita. In generale, spiega Il sindaco Tagliani, le opere di bonifica dei terreni sono necessarie per consentire nuovi investimenti su cui, però, non bisogna farsi al momento attuale troppe illusioni.

[flv image=”https://www.telestense.it/img-video/petrolchimico.jpg”]rtmp://telestense.meway.tv:80/telestense_vod/15012014_petrolchimico.mp4[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *