Piccole imprese, troppi debiti: come uscire dalla crisi

cciaaLe piccole imprese che, a causa della crisi e delle congiunture sfavorevoli, si sono troppo indebitate, tra poco avranno uno strumento in più per uscire da una situazione difficile.

Potranno rivolgersi all’Organismo di composizione delle crisi da sovraindebitamento della Camera di Commercio, e proprio attraverso questo organismo rinegoziare il proprio debito con i creditori e concordare di conseguenza un piano di rientro, che comporti la restituzione di almeno una parte di quanto dovuto.

“Nella nostra provincia – spiega Paolo Govoni, presidente della Camera di commercio – centinaia di piccole imprese e famiglie sono in una condizione di sovra-indebitamento, ossia nell’impossibilità di onorare i debiti contratti. Pochi, però, sanno che esiste una legge che permette a consumatori e piccoli imprenditori, a determinate condizioni, di uscire dal tunnel dei debiti. Sotto il controllo di un giudice si restituisce tutto il possibile e si può ricominciare da capo”.

Il nuovo organismo di composizione delle crisi sarà varato a breve dalla Camera di Commercio, non appena ottenuta l’iscrizione nel registro del Ministero della Giustizia. Si avvarrà della competenza di 35 professionisti selezionati e punta a dare reali possibilità a tante piccole e piccolissime aziende in difficoltà: artigiani, commercianti, start up innovative, neonate imprese giovanili.

Nelle prossime settimane la Camera di commercio organizzerà incontri di approfondimento itineranti presso le proprie sedi decentrate di Cento e di Comacchio, al fine di diffondere il più possibile la conoscenza di questa importante opportunità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *