Più controlli per contrastare furti in abitazione. Ma spunta della droga

Furti in abitazione in crescita nel basso ferrarese, in particolare a Bosco Mesola, dove il sindaco ha chiesto l’intervento delle forze dell’ordine.

Durante i controlli, però, è spuntata della droga.

Il fenomeno dei furti in abitazione rimane una piaga sociale, soprattutto nella provincia di Ferrara. Nel basso ferrarese, dall’inizio dell’anno, si è registrato un aumento importante dei casi soprattutto nel comune di Mesola e nello specifico a Bosco Mesola.

Tanto che il sindaco, Michele Padovani, ha portato il caso in sede di Comitato Provinciale per l’ordine e la Sicurezza Pubblica: così, il Comando provinciale dei Carabinieri di Ferrara, ha disposto l’intensificazione dei controlli in zona per prevenire i furti. Ma, alla fine, venerdì sera è spuntata della droga.

I militari, alle 21, tra Goro e Bosco Mesola, hanno arrestato due comacchiesi, uomo e donna, rispettivamente di 33 e 36 anni. In auto e nelle loro case i carabinieri hanno trovato e sequestrato 40 grammi di cocaina, 130 grammi di marijuana e una quantità minima di hashish, oltre a un bilancino di precisione. I due sono agli arresti domiciliari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *