Pnrr, ministero dà via libera ai lavori alla Pietro Lana

Via libera dall’unità di missione sul Pnrr del Ministero dell’Istruzione all’avvio delle procedure per l’affidamento dei lavori di riqualificazione delle ex scuole di via Pietro Lana, a Ferrara.

Nato come polo per l’infanzia, poi diventato scuola elementare, quindi centro di aggregazione, da decenni lo stabile è abbandonato. Il dicastero, in una nota inviata in queste ore,  ha comunicato al Comune l’autorizzazione a partire con l’iter per la selezione dell’impresa che si occuperà dei lavori, dopo che il progetto dell’Amministrazione comunale era stato inserito tra quelli ammessi a finanziamento  nell’ambito del bando interministeriale (Viminale, ministero dell’ Istruzione,  Mef e Dipartimento per le politiche della Famiglia della Presidenza del Consiglio) per la riqualificazione scolastica. Tre i milioni di euro messi a disposizione per le ex scuole di via Pietro Lana. “Si parte col posizionamento di un altro importante tassello per il recupero di luoghi abbandonati della città, che dimostra la capacità di attrarre fondi messa in campo dall’Amministrazione e lo sviluppo di idee progettuali innovative, che trovano apprezzamento e riscontro anche ad alti livelli istituzionali”, dice il sindaco Alan Fabbri, dicendosi “particolarmente soddisfatto” per il fatto che “questo luogo diventerà un punto di riferimento per le famiglie”.

Ai tre milioni di euro per le ex scuole di via Lana si associano altri 2 milioni e 850 mila euro (più un ulteriore cofinanziamento di 150mila euro comunali) per un altro progetto, già ammesso a finanziamento, per il recupero di un’altra scuola abbandonata, in via Coronella, per il quale si attende l’ok all’avvio della procedura. In entrambi i casi si tratta di risorse incluse nel Piano nazionale per la ripresa e la resilienza, finanziate con fondi NextGenerationEU. “La comunicazione arrivata dal Ministero dell’Istruzione in queste ore – spiega l’assessore alla scuola Dorota Kusiak – ci consentirà di avviare ufficialmente il percorso verso la rinascita dell’ex scuola di via Lana, luogo dalle grandi potenzialità ma purtroppo in degrado da anni. Il nostro progetto, selezionato dal governo, ne farà un nuovo punto di riferimento per le famiglie ferraresi e sarà non solo un luogo di accoglienza ma anche di orientamento sui servizi presenti in città per i più piccoli”.

Le ex scuole di via Lana furono progettate dall’architetto e docente ferrarese Vieri Quilici, figlio del giornalista Nello Quilici e della pittrice Emma Buzzacchi e fratello del regista Folco. Vieri Quilici si laureò in Architettura a Roma nel 1961 e nel corso degli anni Sessanta fu assistente di due maestri dell’architettura italiana del Novecento: Adalberto Libera e Ludovico Quaroni.

“Finalmente, dopo decenni, anche l’edificio di via Pietro Lana tornerà ad essere parte viva e vitale della nostra comunità diventando un punto di riferimento per le famiglie, onorando anche la grande firma che ne realizzò la progettazione”, dice l’assessore Andrea Maggi, annunciando la volontà di coinvolgere proprio il celebre architetto ferrarese Vieri Quilici, che ha da poco compiuto 87 anni, nella progettazione della rinascita dell’immobile, per “ridare nuova vita a questo luogo, carico di opportunità”. Contattato dall’assessore Maggi, lo stesso Quilici si è detto “molto felice” della notizia e ha commentato: “Ci tengo molto, in quel posto c’è un pezzo del mio cuore”, dando la sua piena disponibilità a collaborare per il recupero del luogo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.