Polemiche per la presenza del consigliere Mosso (Lega) a Predappio

Polemiche a Ferrara per la presenza di Alcide Mosso, consigliere comunale della Lega in Comune presente, domenica 30 ottobre, tra le camicie nere e tra i nostalgici del fascismo che sfilavano a Predappio per i 100 anni della marcia su Roma.

Ad immortalarlo sono state alcune telecamere “Local team”.

“Non ho nessuna militanza con i nostalgici del fascismo e con formazioni estremiste” ha dichiarato il consigliere della Lega spiegando di essere finito nel corteo casualmente.

Una vicenda che ha già registrato le prime dichiarazioni politiche.

tra queste, quella di Italia Viva Ferrara che invita tutti, cittadini ferraresi e italiani, a riflettere su chi hanno mandato ad amministrare la città di Ferrara e nel paese”.

“Oggi al governo dell’Italia c’è quella destra che fa di tutto per mostrarsi liberale e democratica, sottolinea Licia Barbieri, coordinatrice provinciale di Italia Viva Ferrara. “Che si sfili ancora in camicia nera e che si inneggi a Mussolini e che nessuno della destra che oggi governa l’Italia, deplori questa manifestazione, questo si, è il problema” sottolinea Italia Viva Ferrara nel comunicato stampa.

Il Partito Democratico, per voce del segretario Nicola Minarelli chiede ad Alcide Mosso LE dimissioni immediate.

“Ferrara ha pagato un prezzo di sangue enorme alla nascita del fascismo. 100 anni fa quelli che celebra Mosso hanno usato questa provincia come un laboratorio della mattanza di contadini, operai e sindacalisti – continua Minarelli – e ricordarlo dovrebbe essere un dovere, prima di tutto per chi anche oggi governa la Città”.

Il sindaco della città medaglia d’argento alla Resistenza dovrebbe chiedere le dimissioni di Alcide Mosso a gran voce” conclude Minarelli.

Il consigliere della Lega, alcune settimane fa, aveva presentato una interrogazione nella quale chiedeva di censire le donne che avevano deciso di ricorrere all’aborto e il numero delle persone che avevano cambiato sesso, interrogazione poi ritirata in 24 ore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *