Lions club dedica una giornata ai cani guida e ne dona due: sabato 25 giugno dalle 10,30 in piazza Municipale

Una giornata dedicata ai cani guida, per ricordarne il prezioso ruolo di accompagnatori e amici per i non vedenti. E’ quella che i Lions Club hanno organizzato a Ferrara per il prossimo sabato 25 giugno, dalle 10,30 in piazza Municipale.

L’iniziativa è stata illustrata nei dettagli oggi in residenza municipale nel corso di una conferenza stampa che ha visto la partecipazione dell’assessore comunale alle Politiche sociali Cristina Coletti, di Gianni Tessari (Immediato Past Governatore Distretto Lions 108 Tb), di Chiara Contri (Immediato Past Presidente Distretto Leo 108 Tb), di Giorgio Ferroni (Lions 108 Tb) e di Angela Castellari (coordinatrice servizio cani guida dei Lions).

“Questa iniziativa – ha sottolineato l’assessore Cristina Coletti nel corso dell’incontro di presentazione – è un bell’esempio di inclusione sociale finalizzata al miglioramento della qualità della vita. L’azione illustrata oggi denota ancora una volta la grande attenzione che il mondo Lions e Leo riserva alle fragilità ed è ben noto come l’associazione si sia sempre impegnata nel promuovere attività a sostegno di non vedenti e ipovedenti. Il cane da guida per chi si trova in questa situazione assume un ruolo importantissimo per la socializzazione e offre sicurezza permettendo di spostarsi agevolmente e in modo indipendente. Grazie a nome di tutta la cittadinanza per quanto state facendo con impegno costante”.

I Lions nascono come cavalieri della vista, infatti l’associazione, ogni anno, si impegna in diverse attività a sostegno di non vedenti e ipovedenti.

Un cane guida per un non vedente è insostituibile nel suo ruolo, perché oltre a far riacquistare l’autonomia e la sicurezza dei movimenti, dona un’energia supplementare unica, di grande arricchimento affettivo.

Sabato 25 giugno dalle 10,30 in piazza del Municipio a Ferrara sarà organizzata una giornata dedicata ai cani guida.

L’evento, Patrocinato dal Comune di Ferrara, consiste in una prima parte dove ci sarà una dimostrazione di addestramento dei cani guida: verrà, infatti, allestito un campo ostacoli (in rappresentanza di quello che nella vita quotidiana incontriamo banalmente per strada, ma che per un ipovedente sono dei veri ostacoli). Il cane guida, insieme all’istruttore, mostrerà tutto quello che ha imparato nel suo addestramento. Dal momento in cui il cane guida indossa la sua pettorina non è più un semplice cane, ma diventa due occhi per chi non può vedere.

La seconda parte dell’evento sarà dedicata alla consegna di due cani guida, donati dal Distretto Leo 108 Tb, grazie all’aiuto e al sostegno del Distretto Lions 108 Tb.

I due cani guida saranno donati, uno a Barbara Rinaldi e l’altro a Gino Raggini, due persone ipovedenti che hanno fatto richiesta di un cane guida al centro di Limbiate (MI) e grazie alla raccolta fondi fatta dai Leo e dai Lions del territorio emiliano verranno loro consegnati proprio nella giornata del 25 giugno.

Per un non vedente o ipovedente un cane cambia davvero la vita. Il bastone bianco non permette la socializzazione, in quanto, di norma, quando si vede una persona non vedente con il bastone bianco, la si schiva e si va avanti per la propria strada. Diversamente, quando si incontra un non vedente con un cane al 90% ci si avvicina al cane e nel mentre si socializza anche con il padrone.

I cani guida fanno un’enorme differenza nella vita delle persone ipovedenti, non solo portando il dono dell’indipendenza, ma portando anche sostegno, compagnia e gioia alle persone che ne hanno davvero bisogno.

Il Servizio Cani Guida dei Lions opera esclusivamente grazie ai contributi di persone, aziende e soci sostenitori che credono in questo service a favore dei non vedenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.