Spaccio di droga e lesioni: ispettore indagato

carcereUn agente della polizia penitenziaria, che lavora nel carcere dell’Arginone, a Ferrara, è indagato per concorso in spaccio di droga e per aver picchiato un detenuto.

Lo riferisce l’Ansa.

L’agente, un’ispettore con oltre 30 anni di esperienza, avrebbe fatto entrare lo stupefacente all’interno dell’istituto penitenziario, secondo l’accusa riportata dal quotidiano “Il Resto del Carlino – Ferrara”.

L’indagine della polizia, coordinata dalla Procura, risale al primo febbraio quando gli investigatori arrestarono una donna marocchina di 26 anni sorpresa, nella sala colloqui, a passare una stecca di 24 grammi di hashish al marito, detenuto per spaccio.

Per l’accusa, l’ispettore che si dice innocente, avrebbe sollecitato un confidente a spingere i suoi famigliari, inconsapevoli, a versare mille euro alla marocchina per acquistare la droga da portare al marito in cella. Inoltre, l’agente è accusato anche di lesioni personali per aver picchiato il compagno della 26enne al fine di costringerlo a rivelargli i nomi di alcuni spacciatori fuori dall’Arginone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *