Polizia, Ugl: “Più difese per gli agenti”

polizia-volante-neutra-ppPochi metodi di difesa e mancanza di protocolli di intervento. Ecco cosa lamenta il sindacato della Polizia di Stato Ugl, che attraverso una lettera scritta dal segretario provinciale, Fabio Zaccarini, prende come esempio del problema “sicurezza agenti” due casi recenti successi a Ferrara in cui due poliziotti sono rimasti feriti.

I CASI. Pochi giorni fa, ricorda Ugl, una donna senza biglietto sul bus, al momento del fermo, aveva morso una poliziotta.

Poi, domenica, Zaccarini riporta un altro ferito alle 14: un agente della Volante infatti era stato morso da un giovane appena uscito dal carcere da poche ore e coinvolto in una rissa tra extracomunitari. “Questi episodi potrebbero avere anche conseguenze più gravi”, scrive il segretario, “i colleghi sono snervati dall’impotenza nell’intervenire senza mezzi”.

Dagli ultimi dati nazionali, secondo Ugl, ogni giorno 6 poliziotti rimangono feriti da aggressioni.

RIMEDI. Zaccarini propone di implementare i metodi di difesa, come l’adozione di spray urticanti (utilizzati da alcune Polizie municipali) e taser (utilizzati da diversi corpi di Polizia nel mondo).

Poi Ugl lamenta la mancanza di protocolli operativi di intervento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *