Polveri sottili e condizioni climatiche

inquinamentoLe condizioni climatiche favorevoli hanno consentito di abbassare il numero di giornate, durante le quali si è superato la soglia limite delle polveri sottili, ma con l’inizio del nuovo anno, la situazione sembra essere già precipitata.

Solo cinque capoluoghi su dieci, in Emilia Romagna, non rispetterebbero i limiti delle polveri sottili. E’ quanto emerge da una indagine di Mal’Aria di Legambiente che parla di un risultato dovuto principalmente alle favorevoli condizioni climatiche, come dimostra la nuova emergenza nel primo mese del 2015. Per quanto riguarda Ferrara, l’andamento degli sforamenti è in calo vistoso, visto che si è passati dalle 77 giornate del 2012, alle 51 del 2013, fino alle 33 del 2014. Potrebbe sembrare una buona notizia, se non fosse che i dati di gennaio mostrano un netto peggioramento della situazione. Tutti i capoluoghi infatti, hanno già superato i dieci giorni di sforamento con Ferrara a quota 14, superata solo da Parma 20 e Reggio Emilia, 15. Bene solo Cesena, con sei giornate.

“Sono dati preoccupanti – si legge in una nota di Legambiente Emilia-Romagna – che ricordano la necessità di mettere in campo subito, azioni per migliorare la qualità dell’aria, così pesantemente compromessa nella zona del bacino padano”. Per Legambiente, sono necessarie politiche di promozione della mobilità pubblica su ferro, delle aree pedonali e delle zone a traffico limitato oltre che della mobilità ciclabile. “Associate a queste politiche strutturali di medio termine – conclude la nota dell’associazione ambientalista – ribadiamo la necessità di intervenire con misure emergenziali come quella di abbassare il limite di velocità in autostrada fino a 110 chilometri orari, durante i lunghi periodi di superamenti continuativi dei livelli di PM10, oltre a confermare le giornate di blocco del traffico.

[flv image=”https://www.telestense.it/img-video/inquinamento-aria-legambiente.jpeg”]rtmp://telestense.meway.tv:80/telestense_vod/inquinamento-aria-legambiente_20150130180346.mp4[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *