Ponte di Pasqua: oltre 11mila visitatori nei musei civici della città

Ferrara si conferma una delle piccole città d’arte più apprezzate in Emilia-Romagna. E se i turisti arrivati per il ponte pasquale erano pressoché italiani, molti degli oltre 11mila visitatori che hanno scelto i musei della città, erano stranieri.

Francesi, in particolare ma anche inglesi che scelgono Ferrara perché a metà dell’itinerario che collega Venezia con Firenze.

 

 

La città insomma piace a chi vuole trascorrere qualche giorno fuori porta magari dalle grandi città ma anche a chi viene da più lontano. E in questo week-end pasquale lo stesso ministro dalla Cultura, Dario Franceschini, ha scelto la sua Ferrara senza rinunciare alla passeggiata pasquale lungo le piazze e le vie del centro città.

Il Castello Estense è il sito d’arte preferito per chi sceglie Ferrara come meta per trascorrere un week-end lungo o per una gita giornaliera. Sono infatti quasi sei mila i visitatori che hanno deciso di godersi la mostra presente al suo interno dal titolo “L’Arte per l’Arte” e che ha messo in mostra i quadri di Boldini, De Pisis e che dal 15 giugno rinnoverà le opere allestendo nuovi quadri di Boldini, Mentessi e Previati.

I numeri però sono stati raggiunti anche grazie al fatto che il Castello Estense, rispetto al resto dei Musei, vedi Palazzo Schifanoia, Palazzina Marfisa o il Museo della Cattedrale, è rimasto aperto anche la domenica di Pasqua e non solo, come gli altri, il sabato e il lunedì. Numeri che la dicono lunga sull’interesse dei turisti per la città estense. Buona la presenza di visitatori anche al museo di Storia Naturale, mentre al Museo del Risorgimento e della Resistenza i visitatori registrati sono stati 250.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *