Portomaggiore, carabinieri inseguono auto sospetta in fuga. Arrestato un rapinatore, i complici scappano

Hanno intimato l’alt ad un auto durante un posto di blocco nei pressi della stazione ferroviaria ma la vettura, con una brusca manovra, è fuggita veloce, innescando così un inseguimento con i carabinieri. E’ successo ieri mattina a Portomaggiore dove i militari del nucleo operativo e radiomobile, hanno bloccato ed arrestato in flagranza di reato, un trentenne, residente nella provincia di Torino. L’uomo si trovava a bordo dell’auto insieme ad altri complici che invece sono riusciti a fuggire nelle campagne portuensi.

I militari durante la perquisizione dell’auto, che aveva una targa falsificata, hanno trovato attrezzi per lo scasso, cappelli e stoffa per nascondere il volto e radio, altre targhe false e portatili sintonizzate sulle frequenze delle forze di polizia. Al momento non sono arrivate denuncia per furti o altri reati ma le circostanze, riscontrate, spiegano i carabinieri, fanno presupporre che la banda stesse per commetterne”

Durante l’arresto è nata una colluttazione tra il 30enne ed un carabiniere: quest’ultimo è rimasto lievemente ferito per colpa di una forte contusione al braccio e alla mano. Il 30enne, con dei precedenti per rapina, è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale, uso di targhe false, possesso di arnesi atti allo scasso ed utilizzo di apparecchiature atte ad intercettare conversazioni radio delle forze dell’ordine. Ed ora è in attesa del giudizio direttissimo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *