Povero Polesine !

Che tristezza vedere un territorio come quello polesano, ricco di opportunità e  con tanta voglia di emergere, con tinuamente  ferito e svilito dai soliti noti, ai quali il silenzio colpevole di troppi, ha consentito negli anni, di farne terreno di conquista personale.

A quando un moto d’orgoglio ? Quando qualcuno comincerà a dire: “andatevene a casa”.

Non sarà un caso che le persone di spessore, concrete e con la capacità di progettare, che pure ci sono, preferiscono non farsi coinvolgere nei meccanismi di una politica, impegnata solo nella salvaguardia delle posizioni di rendita ottenute per grazia ricevuta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *