Ppf non cessa la collaborazione con il M5S

Ieri sera Casa Cini gli elettori del Movimento 5 Stelle hanno riconfermato la fiducia ai due consiglieri regionali Giovanni Favia e Andrea Defranceschi, dopo l’esposizione delle principali azioni da loro condotte in regione nel passato semestre.

Nel corso del dibattito è emersa  la vicenda dell’espulsione di Ferrara e di Cento, da parte di Beppe Grillo, subito dopo l’incontro di Rimini nel marzo scorso. In particolare è stata sottolineata la totale assenza di chiarimenti in merito alle ragioni che hanno indotto Grillo e Casaleggio a prendere tale grave decisione, sottoponendo il M5S all’attacco nazionale dei partiti e dei giornali ad essi collegati e fornendo al tempo stesso un gradito assist al Pd locale.

Favia ha mantenuto la linea del no comment riguardo ai risvolti politici della vicenda, appellandosi al suo ruolo di semplice eletto.

Riguardo a Progetto per Ferrara, Favia ha dichiarato che “la lista civica, già certificata da Beppe Grillo, è stata e continuerà ad essere punto di riferimento a Ferrara per il M5S regionale, insieme agli altri gruppi sorti in questi anni in provincia”. Cento compreso.

Il consigliere Ppf Valentino Tavolazzi ha confermato la propria volontà, insieme agli altri eletti della lista civica nel Comune di Ferrara, di portare avanti fino al 2014 gli impegni assunti con gli elettori tre anni fa, proseguendo l’azione politica.

Egli ha infine confermato la disponibilità di Ppf a proseguire la collaborazione con gli altri gruppi M5S della provincia e l’intenzione di intensificare la battaglia in corso, interna al Movimento, per realizzare la democrazia diretta ed i principi sanciti dal non-statuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *