Premiate a Palazzo Naselli Crispi le “Storie di pianura” – INTERVISTE

Il racconto dal titolo “Picchio” scritto da Massimo Spinolo, fotoreporter e videomaker di Vimercate (MB) con la passione per la scrittura, si è aggiudicato il primo premio del concorso letterario “Storie di pianura – Arazzo infinito di storie tessute fra terra e acqua”, indetto dal Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara e dall’associazione culturale Gruppo Scrittori Ferraresi.

Protagonista e voce narrante della storia è Picchio, un bambino così chiamato per via del lungo naso a punta. Un giorno accompagna il nonno e lo zio, che trasportano materiali con le chiatte sul fiume, e li vede sparire in un punto del fiume in mezzo a una zona incontaminata di pianura, dove l’acqua è blu. Non saranno mai ritrovati ma il bambino, diventato adulto, continuerà a ritornare su quel tratto di fiume. Un fiume e una pianura che fanno parte della vita che scorre, un fiume vivo e“personificato” che inghiotte sogni ma che ha bisogno delle persone.

Il secondo premio è stato assegnato a “Per giorni c’era stata solo acqua” di Caterina Scaramagli di San Bartolomeo in Bosco e il terzo premio a “Alla fine del giorno” di Davide Palmarini di Sesto Calende (Va). Sono poi state attribuite alcune segnalazione di merito a: “Eroe contromano” di Giuseppe Bignozzi di Merano (Bz); “Non ora e non qui” di Marco Speciale di Monza; “Perdono” di Rita Mazzon di Padova. Agli autori era stato chiesto di scrivere racconti dedicati alla pianura, protagonista o sfondo di eventi storici, culturali, ambientali, sociali ed economici, lasciati trasparire tra le righe di un’esperienza quotidiana personale, di uno sguardo, di un ricordo, di una speranza.

I premi sono stati consegnati sabato 14 maggio nel corso di una cerimonia nel cortile seicentesco di Palazzo Naselli-Crispi dopo un iter di selezione durato alcuni mesi, visto l’alto numero di opere presentate e la qualità dei racconti. Nel dettaglio sono pervenuti da tutta Italia 113 racconti, tra i quali la giuria popolare ha selezionato i 14 finalisti che successivamente sono stati sottoposti alla valutazione della giuria tecnica presieduta da Diego Marani, scrittore di fama internazionale e attuale direttore dell’Istituto italiano di cultura di Parigi.

Gli ospiti alla cerimonia di premiazione – che ha visto la partecipazione dell’assessore alla Cultura del Comune di Ferrara, Marco Gulinelli, del vice presidente del Consorzio Massimo Ravaioli e del direttore Mauro Monti – hanno poi ascoltato direttamente dalla voce degli autori le storie dei protagonisti dei racconti premiati.

“Storie di pianura” che verranno poi inserite in una raccolta dedicata a questa prima edizione del concorso e che verrà stampata nei prossimi mesi. In attesa del libro sui siti web del Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara (www.bonificaferrara.it) e del Gruppo Scrittori Ferraresi (www.scrittoriferraresi.it) si può leggere e scaricare la raccolta dei tre racconti premiati e dei tre racconti segnalati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.