Premio alle aziende che hanno assunto lavoratori ‘svantaggiati’

dsc02955

Hanno offerto un posto di lavoro a cinque persone in situazione di svantaggio, accompagnandole verso la conquista di una loro autonomia lavorativa e sociale. Sono le cinque aziende e associazioni ferraresi a cui è stata conferita oggi in Municipio la ‘Cittadinanza Sociale d’impresa 2012’ nell’ambito del progetto ‘Patto per Ferrara: dall’accoglienza all’autonomia’.

Si tratta di Afe – Associazione Frutticoltori Estensi, Supermercato Famila, Lavasecco Mare 2000 e delle onlus Viale K e Il Germoglio. Con l’attivazione di periodi di tirocinio, cui hanno fatto seguito contratti di lavoro a tempo determinato (tre) o indeterminato (due), le cinque aziende hanno infatti raggiunto, secondo i firmatari del Patto, i risultati sociali previsti dal progetto contribuendo a promuovere l’inclusione e l’autonomia di persone svantaggiate.

Promosso fin dal 2005 dal Comune di Ferrara in collaborazione con la Provincia, il progetto si fonda su un accordo tra enti locali, Camera di Commercio e associazioni datoriali, sindacali e del Terzo Settore mirato proprio a sostenere le imprese che intendono assumere persone in condizioni di difficoltà, fornendo loro lo strumento del tutoraggio in borsa lavoro, stage e tirocinio, per favorire l’inserimento lavorativo e avviarle verso l’autonomia professionale e personale. Il tutto con la finalità di superare l’approccio assistenzialistico e di ridurre costi sociali, psicologici ed economici, per le persone stesse e per la collettività.
A premiare le aziende e le associazioni selezionate per le assunzioni messe in atto nel 2012 sono stati gli assessori comunali Chiara Sapigni e Deanna Marescotti e l’assessore provinciale Caterina Ferri.

“Non è scontato – ha dichiarato l’assessore Sapigni – che in un momento di difficoltà generale come quello in cui ci troviamo ci siano aziende nel nostro territorio che riescano ad affiancarsi alle istituzioni in questo progetto e decidano di accogliere persone con alle spalle percorsi difficili. A loro va il nostro ringraziamento a cui si unisce la soddisfazione nel vedere come dal 2005 ad oggi siano stati compiuti sforzi crescenti da parte di tutti i partner e il numero dei percorsi lavorativi attivati nel 2012, ossia 95, sia in crescita rispetto all’anno precedente che ne contava 78″.
Alle imprese sono andati anche i ringraziamenti di Caterina Ferri che ne ha sottolineato l'”importante contributo a favore del mantenimento di un elevato livello di coesione sociale” e di Deanna Marescotti che ne ha evidenziato l'”autentica sensibilità dimostrata verso persone con difficoltà. Quella compiuta da queste aziende – ha proseguito l’assessore – è una scelta di campo che porta benefici alla collettività, ma soprattutto alle imprese stesse, poiché è ormai assodato che quando i lavoratori sono rispettati e tutelati la loro produttività aumenta”.

Queste le cinque aziende a cui è stata conferita la ‘Cittadinanza sociale d’impresa’:
– A.F.E. Associazione Frutticoltori Estensi Soc. Coop. a r.l.: settore produttivo agricoltura, rappresentante legale Mauro Grossi, tutor aziendale Roberto Tisselli, tutor Patto per Ferrara Vjollca Delia. Dopo un periodo di sperimentazione di 3 mesi di stage ha assunto una persona con diversi contratti a tempo determinato per un periodo complessivo di quasi 22 mesi sino al 31 dicembre 2013.

– Famila Supermercato – Unicomm s.r.l.: settore produttivo supermercati-commercio, rappresentante legale Mario Cestaro, tutor aziendale Riccardo Botti, tutor Patto per Ferrara Vjollca Delia. Dopo un periodo di sperimentazione di 4 mesi di stage e 4 mesi di tirocinio oneroso per l’azienda, ha assunto una persona con due contratti a tempo determinato per un periodo complessivo di quasi un anno, per poi trasformarlo in contratto a tempo indeterminato a partire dal 1° novembre 2012.

– Associazione privata di volontariato onlus Viale K: settore produttivo servizi di assistenza, rappresentante legale Don Domenico Bedin, tutor aziendale e per il Patto per Ferrara Raffaele Rinaldi. Dopo un periodo di sperimentazione di 6 mesi di stage e 6 mesi di tirocinio oneroso per l’associazione, ha assunto una persona con contratto a tempo determinato per un periodo di 12 mesi sino a metà luglio 2013.

– Cooperativa sociale onlus Il Germoglio: settore produttivo mobilità, rappresentante legale Biagio Missanelli, tutor aziendale Gianluca Gardi, tutor Patto per Ferrara Maddalena Bonafini. Dopo un periodo di sperimentazione di quasi un anno di stage, ha assunto una persona con contratto a tempo indeterminato dal maggio 2012.

– Lavasecco le Mura Mare 2000 s.n.c.: settore produttivo lavanderie, rappresentante legale Paolo Roncarati, tutor aziendale Manuela Bacillieri, tutor Patto per Ferrara Giovanna De Simone. Dopo un periodo di sperimentazione di 6 mesi di tirocinio oneroso per l’azienda, ha assunto una persona con contratto a tempo determinato per un periodo di 20 mesi sino al 31 dicembre 2013.

Alle due aziende che hanno attivato contratti di lavoro a tempo indeterminato andrà un premio di 3mila euro, mentre alle tre aziende che hanno dato avvio a contratti a tempo determinato andrà un premio di 2mila euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *