Premio Estense: fra passioni civili ed economia

03 premio estense

Ogni anno il Premio estense ci obbliga a riflettere sui problemi del nostro tempo. Attraverso i libri finalisti, che in genere toccano temi di grande attualità, ma anche attraverso la cerimonia conclusiva, al teatro comunale, in cui si discute di cultura e giornalismo, ma anche di economia.

Uno dei quattro libri finalisti, quest’anno, nasceva da un blog del Corriere della Sera, la 27 esima ora, e raccoglieva una serie di testimonianze di donne che hanno subito violenza. Questo non è amore il titolo del libro edito da Rizzoli: un modo per prendere coscienza della violenza che troppo spesso viene esercitata sulle donne nell’ambito domestico e di coppia. Un fenomeno che non conosce barriere sociali, culturali, di classe o di razza.

Intanto, gli industriali riflettono sulle priorità rispetto alle quali il governo dovrebbe impegnarsi per rilanciare il nostro settore manifatturiero. Un’occasione di riflessione tanto più importante, quest’anno, visto che alla cerimonia conclusiva dell’Estense c’era il Presidente di Confindustria Giorgio Squinzi, che ha individuato nella riduzione delle tasse sukl lavoro la prima priorità da risolvere.

%CODE%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *