Presidio e assemblea al Petrolchimico – INTERVISTE

Presidio petrolchimicoPrima il presidio davanti ai cancelli del petrolchimico, poi l’assemblea, affollatissima, nella sala mensa. Oggi si è tenuta la manifestazione organizzata dai sindacati dopo la decisione di Lyondell-Basell di licenziare – accusandolo di comportamenti violenti – un delegato sindacale della CGIL, Luca Fiorini, impegnato in una trattativa per il rinnovo del contratto di lavoro integrativo aziendale.

Luca Fiorini
Luca Fiorini
Delegato sindacale CGIL

Il provvedimento di licenziamento è stato impugnato dalla CGIL, che accuserà l’azienda di comportamento antisindacale, ma la manifestazione di oggi aveva un obiettivo più ampio. Massimo Zanirato, segretario provinciale della UIL, ha spiegato che i risultati raggiunti da Basell – la società più importante del polo chimico di Ferrara – sono stati resi possibili anche dalle buone relazioni industriali e sindacali impostati sin dagli anni ’80. E lo stesso Fiorini, intervenendo all’assemblea, ha sottolineato la necessità di difendere non tanto un singolo sindacalista, quanto la dignità dei rapporti tra azienda e lavoratori.

petrolchimico assembleaAlla manifestazione organizzata da CGIL CISL e UIL, erano presenti delegazioni sindacali di numerosi stabilimenti non solo chimici dell’Emilia Romagna; era rappresentata l’amministrazione comunale di Ferrara, i sindaci di Portomaggiore, Ostellato, Copparo, Codigoro, Comacchio; il gruppo PD del consiglio regionale dell’Emilia Romagna e il gruppo PD in parlamento. E c’era Emilio Miceli, segretario nazionale dei chimici di CGIL.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *