Prevenzione, da lunedì a mercoledì in Piazza Castello il pullman dell’Aiom

castelloProsegue a Ferrara la diciassettesima tappa della nuova edizione del tour dell’AIOM, l’Associazione Italiana di Oncologia Medica, dedicata alla prevenzione oncologica. Fino a martedì 26 si svolgerà, in Largo Castello, la manifestazione dal titolo “Festival della prevenzione e innovazione in oncologia” che tocca 20 città con eventi che dureranno tre giorni.

Un motorhome, cioè un pullman, sarà allestito dal 24 al 26 giugno in Largo Castello, dove gli oncologi dell’AIOM (Associazione Italiana di Oncologia Medica), in collaborazione con i medici del Reparto di Oncologia dell’Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara, forniranno consigli e informazioni sulla prevenzione, sull’innovazione terapeutica e sui progressi della ricerca in campo oncologico.

Nella giornata di lunedì 25 giugno, oltre alla presenza di Testimonial del mondo dello sport, il programma prevede un saluto delle autorità composte da Chiara Sapigni, Assessora alla Salute, famiglia e politiche sociali, Nicoletta Natalini, Direttore Sanitario AUSL Ferrara, Eugenio Di Ruscio, Direttore Sanitario Ospedale di Ferrara e Michele Rubbini, professore Università di Ferrara. A seguire, diversi interventi di approfondimento:
– Prevenzione “Giochiamo d’Anticipo” (Antonio Frassoldati);
– Attività fisica adattata: fare prevenzione e salute ad ogni età (Marco Cristofori);
– Le proprietà preventive dei prodotti dell’orto ferrarese (Edgardo Canducci);
– La frutta della campagna ferrarese e le sue proprietà preventive (Lorenzo Boldrini);
– Tecniche di coltivazione tradizionale e biologiche (Lorenzo Boldrini);
– Prevenzione in cucina: i segreti per preparare i cibi in modo sano (Monica Faggioli, Enrico Benatti).

A Ferrara, durante il “Festival della prevenzione e innovazione in oncologia”, saranno raccolti sondaggi conoscitivi e saranno distribuiti ai cittadini opuscoli sulle principali regole della prevenzione oncologica e sulle nuove armi in grado di sconfiggere la malattia o di migliorare la sopravvivenza in modo significativo.
Sono invitati a partecipare le associazioni dei pazienti, i familiari e i cittadini di tutte le età.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *