Prima edizione del Ferrara food festival – INTERVISTE

Presentata questa mattina la prima edizione del Ferrara Food Festival che si terrà tra le vie del centro della città estense dal 5 al 7 novembre.

La città di Ferrara come una delle capitali della Food Valley. Questo grande evento di marketing territoriale mira a far conoscere e visitare tutta la provincia in una chiave food, un elemento importante per la ripartenza del territorio. La regione Emilia- Romagna ha il maggior numero di prodotti riconosciuti DOP e IGP (44) e 18 di questi sono nella provincia di Ferrara: questo evento vuole diventare un volano per fare conoscere questo enorme patrimonio in tutta Italia.

“L’obiettivo che ci siamo dati nel promuovere il Ferrara Food Festival è stato quello di costruire una vetrina della qualità ferrarese, che possa unire i Comuni del territorio in un nuovo evento specifico, a disposizione di produttori, associazioni, operatori, pubblico, per la valorizzazione  delle materie prime locali, della gastronomia tipica, dei marchi territoriali, della nostra agricoltura – dice il Sindaco di Ferrara Alan Fabbri –.Ci siamo avvalsi della collaborazione di un partner che ha firmato alcune delle manifestazioni di settore più note, come la festa del torrone di Cremona e il festival del cioccolato di Modena. Abbiamo quindi creato una cornice organizzativa di massimo livello per un evento che intende avere respiro nazionale, e oltre. È di questi mesi, inoltre, l’introduzione del marchio Deco: si arriva proprio quest’anno al compimento di un percorso che ha portato alla nascita di un marchio locale, perché crediamo nella qualità, nel saper fare e nel legame con il territorio, e investiamo per promuovere e far conoscere questo straordinario patrimonio”.

“Un nuovo e prestigioso evento qualificherà l’offerta in un periodo strategico, che arriva tra la conclusione della stagione estiva e il periodo natalizio e che terrà viva l’attenzione su Ferrara anche a novembre, prima del ricco calendario programmato per dicembre – spiega l’Assessore al Turismo Matteo Fornasini -. Il Ferrara Food Festival sarà il culmine di un percorso che ci ha visti impegnati in questi mesi, a fianco della Camera di Commercio, della Strada dei vini e dei sapori, delle associazioni, per predisporre le migliori condizioni per valorizzare tutto il buono che la nostra terra e il patrimonio della nostra tradizione produce. La cucina ferrarese è parte integrante della gloriosa storia ferrarese e presenta peculiarità che la rendono unica, anche nel panorama della cucina emiliana”

“La saggezza di un popolo nasce e si sviluppa in un determinato territorio, che diventa esso stesso un valore fondamentale, da proteggere e riscoprire, da considerare prezioso al pari dell’oro o del petrolio”. “Queste parole di Paolo Colombo – ha sottolineato Paolo Govoni, commissario straordinario della Camera di commercio di Ferrara – ben sintetizzano l’idea che la Camera di commercio ha delle manifestazioni come Ferrara Food Festival: occasioni di socialità che poggiano sulla qualità, sulla creatività, sul giusto connubio tra valorizzazione e promozione delle tradizioni e dei sapori locali, sul rispetto dei luoghi di origine, sulla salvaguardia dei beni ambientali. Elementi fondanti, strettamente legati ad un territorio e ad una storia unici e, in quanto tali, non esportabili e riproducibili altrove, di quel capitale culturale in grado oggi di dare una risposta alle esigenze sempre nuove di un consumatore che chiede maggiore personalizzazione, storia e tradizione nei prodotti acquistati e consumati. Anche per questo – ha concluso Govoni – la Camera di commercio ha approvato appositi contributi per la partecipazione delle imprese ferraresi a iniziative e manifestazioni di rilievo provinciale”

“Per tre giorni Ferrara diventa una capitale internazionale del food. Ma la tradizione del cibo non è rimasta cristallizzata nel tempo: si evolve sempre e la tradizione della Food Valley ripropone il suo centro, questa volta a Ferrara- dichiara Massimiliano Urbinati – Presidente dell’Associazione Strada dei Vini e dei Sapori della Provincia di Ferrara. -Vogliamo creare una comunità pulsante incentrata sul mondo del food, che non sia finalizzato a questa manifestazione. La salute, mai come in questo momento storico, è al centro dei nostri valori: una buona alimentazione e scelte accurate, sono queste le soluzioni sul lungo termine. E Ferrara è la prima città in Italia come biodiversità alimentare. Ma voglio dire di più: il food a Ferrara deve diventare arte, la città del Rinascimento lo sta diventando anche in questo settore come incubatore fertile di innovazione, ricerca e idee”.

“La Cooperativa Giulio Bellini è un’azienda unica nel suo genere, realtà di riferimento del mercato locale e estero. Una filiera cortissima, perché parte dal sementificio, quindi dalla selezione dei cereali, grano e farro certificati biologici, con oltre 5000 ettari di terreno” racconta Giuseppe Ciani – Presidente di Cooperativa Giulio Bellini. “Un’eccellenza che da Argenta è conosciuta in tutta Italia per la sua presenza in GDO, certificata bio dal 1992, da circa 30 anni, tra le prime a credere in questo comparto fin dall’inizio”.

“Holding Ferrara Servizi tramite Ferrara Tua ed AFM Farmacie Comunali è a fianco della città di Ferrara in questa delicata fase di rilancio a seguito di mesi di chiusure forzate. – spiega Luca Cimarelli Rappresentante Holding Ferrara Servizi – I nostri cittadini e i tanti turisti che interverranno a questa manifestazione potranno apprezzare il lavoro sinergico che è stato fatto per poterla realizzare al meglio seppur tra mille difficoltà. Il progetto che ci è stato presentato ci ha immediatamente convinto. Poterne fare parte con ruolo attivo è per noi un grande onore.”

“Abbiamo scelto le piazze più rappresentative del fascinoso centro storico della città per far conoscere a tutti la bellezza di Ferrara, per un grande evento di marketing territoriale che porti visitatori, gourmet ed esperti di enogastronomia” dichiara Stefano Pelliciardi – Titolare SGP Grandi Eventi. “Vogliamo creare eventi, degustazioni e spettacoli per valorizzare la grande vetrina delle eccellenze enogastronomiche locali che rendono Ferrara una delle capitali della Food Valley emiliana. In Piazza del Municipio sarà allestita una grande tensostruttura che ospiterà showcooking, degustazioni e momenti didattici; in piazza Savonarola un pool di eccellenze enogastronomiche tutte da degustare e Piazza Castello sarà teatro di tutti gli spettacoli più importanti con grandi nomi quali Edoardo Raspelli e Gianfranco Vissani. Sarà spettacolare la disfida storica tra Gonzaga ed Estensi, ovvero tra il tortello di zucca mantovano e il cappellaccio ferrarese, con tante sfogline che realizzeranno il maxi cappellaccio oversize”.

La manifestazione è promossa dall’Associazione Strada dei Vini e dei Sapori della Provincia di Ferrara con il patrocinio del Comune di Ferrara e della Camera di Commercio di Ferrara.

Come Main partner Holding Ferrara Servizi, Ferrara Tua e Farmacie Comunali Ferrara. Main sponsor Coop Giulio Bellini, Sima Bio e Tenuta Garusola. I gold Sponsor Coop Alleanza 3.0, Vassalli Bakering, Torrefazzione Caffe Criffi, Grandi Riso, Quello Giusto, Bia The cous cous specialist.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *