“PRO SPORT ESTENSE”: E’ LA NUOVA POLISPORTIVA CON SPAL, MOBYT E AQUILE

pro sport estense_intervistePresso la sede di Dinamica tolti i veli alla polisportiva. La denominazione è Pro Sport Estense, marchio che campeggia sul castello estense stilizzato, con, ovviamente di fondo i colori biancoazzurri. Presidente Raffaello Pellegrini, Amministratore Delegato Raffaele Maragno, sede in via Bologna, 549.

Lo slogan della s.rl. è esplicativo degli obiettivi “Lavoare insieme per crescere”. Attualmente ne fanno parte Spal, Mobyt e Aquile. L’obiettivo è stato precisato, nel corso dell’incontroal quale hanno partecipato, oltre a Pellegrini e Maragno, l’assessore allo sport Luciano Masieri, Francesco Colombarini, Fabio Bulgarelli e Walter Mattioli, è quello di aiutare le proprietà delle singole società. Si punta al coinvolgimento di nuovi imprenditori, con professionalità e la maggior visibilità possibile delle loro aziende, questo per quanto riguarda il reperimento delle risorse. Si lavorerà per ridurre le spese, con ela tre società che utilizzeranno gli stessi fornitori, elevando il potere di acquisto e riducendo i tempi operativi.

Le interviste

%CODE%

Ovviamente sono stati intavolati altri discorsi con Walter Mattioli che ha chiesto ancora una volta all’assessore allo sport di poter disporre dell’intero complesso di via Copparo, per poterlo, come ai tempi d’oro del Centro, utilizzare anche come foresteria per i giocatori della Spal, sottolineando la necessità di riammodernare lo stadio Mazza, ad iniziare dall’adeguamento dell’impianto di illuminazione, operazione che sarà obbligatoria la prossima stagione se Varricchio e compagni conquisteranno l’accesso alla Lega Pro unica.

A proposito di impianti, è emerso l’interesse delle Aquile di tornare nella casa storica del Motovelodromo, con la disponibilità di farsi carico della gestione, una volta rimessa a norma, della struttura. Pellegrini ha confermato che dall’1 gennaio sarà ufficialmente presidente delle squadra ferrarese che parteciperà al massimo campinato di football americano che, nei prossimi due anni, che potrebbero essere tre, vedrà la disputa della finalissima per l’assegnazione del titolo italiano al Mazza.

Fabio Bulgarelli ha lasciato intendere che sarà Simone Flamini, l’ex ala della Scavolini, che dovrebbe firmare ad inizio della prossima settimana, il sostituto dello sfortunato Casadei, mentre Francesco Colombarini e Walter Mattioli, hanno ribadito la ferma intenzione di regalare a Gadda quattro-cinque rinforzi per il mercato di gennaio, volendo a tutti i costi mantenere la Spal nel calcio professionistico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *