Processo Appaltopoli: tutti assolti in Appello

appaltopoli

Anche la Corte d’Appello di Bologna conferma l’assoluzione per gli undici imprenditori che furono accusati di aver fatto ‘cartello’ per spartirsi in città diversi appalti per un milione di euro. Assolto per prescrizione anche il funzionario comunale, Enrico Pocaterra che fu condannato per un appalto in primo grado.

Tutti assolti. Gli imprenditori, undici in tutto, ed anche Enrico Pocaterra, funzionario comunale ed oggi mobility manager. Processo Appaltopoli: questa mattina la Corte d’Appello di Bologna ha emesso la sentenza per il secondo grado giudizio.

Una sentenza che per gli undici imprenditori conferma l’assoluzione arrivata dal Tribunale di Ferrara nel febbraio 2012, da un’accusa di aver fatto ‘cartello’ per spartirsi – fra il 2005 e il 2006 – 28 appalti da realizzare in città per un milione di euro.

Pocaterra fu l’unico condannato dal Tribunale estense per un unico appalto. Oggi invece la Corte d’Appello di Bologna lo ha assolto per prescrizione. Dopo una breve camera di consiglio infatti questa mattina è arrivata la sentenza che solleva tutti gli imprenditori da un incubo iniziato sei anni fa quando partirono le indagini su di loro sulla base di una testimonianza di un altro funzionario comunale: Maria Amoruso.

Tutto decaduto, nonostante la procura generale di Bologna, rappresentata da Miranda Bambace, avesse chiesto per gli imprenditori un anno e otto mesi, mentre per Pocaterra la Bambace aveva chiesto due anni. Soddisfazione arriva anche dai legali delle difese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *