Processo Cona, Valgimigli al pm assente: “Al pm non interessano le ragioni della difesa”

IMG_4211

“Sicuramente il pm sarà molto impegnato ma il fatto che non sia materialmente qui significa che le ragioni delle difese non interessano all’accusa”.

Così la difesa degli ingegneri Melchiorri e Rossi, rappresentata dall’avvocato Lorenzo Valgimigli, ha detto oggi in aula, per una nuova udienza del processo per gli appalti per la realizzazione dell’ospedale di Cona. L’avvocato Valgimigli infatti richiamando l’assenza fisica del pm, il sostituto procuratore Patrizia Castaldini, ha contestato e smontato tutte le prove dell’ accusa.

Nella sua arringa, che consiste in una memoria di 77 pagine, Valgimigli ha cercato di smontare la perizia Martinelli, ha contestato l’ipotesi della illegittimità delle varianti e ha cercato di smontare anche la validità delle intercettazioni telefoniche. Ora in aula sta parlando la difesa dell’ingegner Beccati, il responsabile unico del procedimento del progetto dell’ospedale, l’avvocato Michele Ciaccia .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *