Processo Costruttori, parla il perito di Donigaglia

Smonta pezzo per pezzo tutta la perizia del tribunale che inchioda Donigaglia e la sua amministrazione di Coopcostruttori, il perito della difesa, il commercialista siciliano Francesco Licitra che oggi ha spiegato le sue valutazioni in merito alla superperizia dei due periti del tribunale, Gandolfo e Montanari.

Parla delle riserve tecniche Licitra e incalzato dalle domande della difesa di Donigalgia, l’avvocato Mitaritonna afferma alla corte, presieduta dal giudice Francesco Maria Causo, che “le riserve devono essere valutate singolarmente e non in modo complessivo per essere contabilizzate correttamente”.

Licitra sottolinea inoltre l’importanza di tenere conto in un bilancio degli ordini di servizio e delle perizie suppletive, strumenti che danno conto dei lavori che un’azienda deve eseguire per conto terzi. “Questi hanno valore contrattuale” replica il perito della difesa sfogliando documenti che ogni tanto mostra alla corte per documentare quanto afferma in aula.

Contesta anche la tabella, la numero venti della superperizia e parla di tagli fatti a discapito della veridicità dei conti dell’ex cooperativa di Argenta. Licitra inoltre parla di crediti di Coopcostruttori che sono superiori a quelli rilevati dai periti del tribunale. Una somma però – gli contesta subito il perito del tribunale Montanari – che a Licitra risulta considerando anche i crediti delle società collegate con Costruttori.

I saldi contabili dei cantieri, infine. In complesso il afferma il perito della difesa il saldo algebrico dei cantieri era in positivo.

[flv]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120519_05.flv[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *