Procura indaga sul crollo di Comacchio

04 crollo comacchio

Crollo mentre si svolgeva il mercato a Comacchio: proseguono le indagini dei carabinieri e la procura, secondo indiscrezioni non confermate, sarebbe orientata ad aprire un fascicolo.

Va avanti il lavoro dei carabinieri di Comacchio dopo il crollo di mercoledì scorso in via Zappata di una casa diroccata che ha investito solo marginalmente due bancarelle del mercato settimanale e per fortuna, ferito solo lievemente tre persone.

Da indiscrezioni non confermate gli uomini del comandante Luca Nozzi infatti avrebbero acquisito il giorno stesso del crollo una serie di documenti dall’ufficio del settore Urbanistica del Comune di Comacchio. Il collasso della vecchia struttura di proprietà di una società che ha sede a Comacchio, infatti è avvenuto a pochi metri da dove si trovavano alcune delle bancarelle del mercato settimanale, che da diversi anni, ogni mercoledì, si svolge anche nella piazza di via Zappata.

I documenti sequestrati dai militari dovrebbero servire al magistrato, il sostituto procuratore Barbara Cavallo, che ancora non avrebbe aperto ufficialmente un fascicolo, a far luce sulle cause che hanno provocato il crollo. Da fonti della stampa locale inoltre la zona in cui si trovava lo stabile rientra nel centro storico di Comacchio e quindi si tratta di un’area in cui sono previsti diversi vincoli che si rifanno alla normativa del Piano regolatore. Vincoli molto stretti che prevedono, prima che possa essere eseguito qualsiasi tipo di intervento, come ad esempio anche solo una demolizione, il ‘lasciapassare’ della Soprintendenza.

L’area intanto rimane sottosequestro con il sigillo della procura di Ferrara.

%CODE%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.