Procura Modena, verifiche sulle trivellazioni in aree terremotate

Anche il capitolo deposito gas a Rivara di San Felice sul Panaro, con le eventuali trivellazioni, entra a far parte delle verifiche che la Procura di Modena farà dopo i terremoti del 20 e 29 maggio. L’accertamento rientra nel fascicolo ‘contenitore’ del Procuratore aggiunto Lucia Musti, aperto dopo i crolli del 20 ma che non si limita solo a quelli.

Un fascicolo che riguarda le ‘terre terremotate’ e che è, almeno per ora, a modello 45, cioé per fatti non costituenti reato, e quindi consente un’ampia delega di indagine. Il fascicolo considera i crolli in genere e le perforazioni. L’indagine dovrà capire innanzitutto se le trivellazioni sono state fatte o meno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *