Produzione industriale in aumento a marzo

Il lavoro, quale futuro per Cna Per la produzione industriale italiana marzo è un mese positivo.

I dati rilevati dall’Istat registrano infatti un aumento della produzione pari allo 0,4% rispetto al precedente mese di febbraio, e del 2,8% rispetto a marzo 2016. il dato è positivo perché testimonia una ripresa importante dell’industria italiana, trascinata in particolare dal settore automobilistico ma diffusa a tutta la manifattura, con crescite superiori al 3% per tutti i comparti.

Il traino della crescita produttiva è rappresentato dai mezzi di trasporto (+9,5%), con l’auto in deciso aumento: la produzione di autoveicoli segna un aumento del 16,1% tendenziale, dell’8,5% nella media del primo trimestre.

Insomma, i dati diffusi da Istat – in gran parte caratterizzati da segni più – infondono un po’ di ottimismo nelle potenzialità della manifattura italiana: si registrano incrementi produttivi anche nel settore farmaceutico e crescite robuste per chimica, tessile-abbigliamento, metallurgia. In calo solamente la produzione di legno e carta da stampa, e la produzione di energia elettrica e gas che cala del 4,1%.

Secondo il Sottosegretario all’Economia Pier Paolo Baretta, “la ripresa economica nel nostro Paese c’è, ma è ancora lenta, anzi lentissima. Per prendere velocità bisogna “definire al meglio un coraggioso disegno di politica industriale, facendo leva sulle competenze dell’Italia; aggredire i ritardi che rallentano la crescita e favorire la circolazione di moneta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *