Progetto ospedale: Idv chiede chiarimenti su 900 mila euro ad architetto

cona-ospedaleQuando scadrà l’ultimo contratto, il prossimo aprile 2013, il compenso complessivamente corrisposto, a partire da 2002, sempre allo stesso architetto per diverse e successive prestazioni di consulenza “esterna” attinenti alla realizzazione dell’ospedale di Cona, a Ferrara, avrà raggiunto la cifra di 900 mila euro. E’ quanto segnalano in un’interpellanza alla Giunta Liana Barbati e Sandro Mandini (Idv) per avere chiarimenti sul caso.

I consiglieri citano, con particolare riferimento agli anni dal 2010 in poi, l’esistenza di delibere sottoscritte da due diversi direttori generali nel frattempo succedutisi all’Azienda ospedaliero-universitaria di Ferrara con le quali veniva prorogato l’incarico all’architetto. In una di queste, ad esempio, si prevede “un impegno minimo di due accessi settimanali con ore da concordarsi di volta in volta”, a fronte di un compenso “da corrispondere in rate mensili di 9.166,66 euro lorde”.

Caratteristica comune a tutte le delibere – sottolineano Barbati e Mandini – è il fatto che il ricorso ad una consulenza esterna, “peraltro particolarmente onerosa”, viene spiegata con l’indisponibilità di risorse interne che – si legge – “risultano tutte fortemente impegnate”. Una motivazione che a giudizio dei consiglieri “appare piuttosto inverosimile” dal momento che si riferisce ad un periodo di 11 anni.

Barbati e Mandini chiedono alla Giunta regionale se sia a conoscenza dell’incarico e se ritenga che le relative scelte aziendali siano compatibili con gli obiettivi di contenimento della spesa sanitaria e con una corretta gestione delle risorse.

Gli esponenti Idv vogliano anche sapere se la Giunta intenda avviare un’attività conoscitiva sul caso per appurare, tra l’altro, l’opportunità del conferimento dell’incarico e la proporzionalità del compenso attribuito rispetto all’impegno richiesto. E ciò “anche al fine di accertare eventuali responsabilità gestionali ed erariali”.

Da ultimo, nell’interpellanza si chiede alla Regione un monitoraggio delle consulenze affidate dagli enti del servizio sanitario regionale per accertarne la compatibilità con i vincoli di bilancio e, più in generale, con gli obiettivi di contenimento della spesa sanitaria, anche a fronte dei tagli governativi.

(ANSA)

Un pensiero su “Progetto ospedale: Idv chiede chiarimenti su 900 mila euro ad architetto

  • 14/03/2013 in 13:06
    Permalink

    Come complicare le cose semplici.
    Per sapere se una parcella professionale è congruuua,basta richiederne l’OPINAMENTO all’Ordine degli Architetti presso cui è iscritto l’Architetto professionista di cui si vuole valutare la correttezza.
    Altrimenti l’Ordine cosa ci starebbe a fare ?
    Un Architetto che fa il furbo squalifica tutta la categoria.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *