Tasse terremoto, proroga fino a giugno?

Governo e maggioranza hanno raggiunto oggi un accordo molto atteso, che riguarda da vicino lavoratori e imprese danneggiati dal terremoto di maggio. La sospensione del pagamento di tasse e tributi, incluso il pagamento dell’Irpef e delle addizionali locali, sarà prorogata fino al prossimo mese di giugno 2013, per chi ha subito i danni del terremoto.

La proroga non riguarderà però il versamento dei contributi- quelli che si versano in vista della pensione – che quindi dovranno essere pagati entro il 16 di dicembre.

L’intesa è stata raggiunta nella commissione bilancio della camera dei deputati ed è arrivata al termine di una schermaglia piuttosto accesa che ha visto di fronte il governo da una parte e i parlamentari, soprattutto emiliani, dall’altra, che ora cantano vittoria con toni bipartisan. È stato raggiunto un compromesso, in sostanza, che ora entrerà nel testo definitivo del decreto 174 su cui il governo ha posto la fiducia.

Intanto la giunta emiliano romagnola ha messo a punto una legge regionale finalizzata alla ricostruzione, illustrata ai sindaci delle zone terremotate dal presidente Errani e dall’assessore attività produttive Muzzarelli. L’intervento permetterà di accompagnare gli interventi di ricostruzione e riparazione degli edifici lesionati con interventi di miglioramento sismico e di miglioramento energetico, perseguendo quanto più è possibile, la tutela del patrimonio storico e culturale della nostra regione.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=bcf32b5d-4206-484a-aaeb-5be13e658924&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

2 pensieri riguardo “Tasse terremoto, proroga fino a giugno?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *