Proseguono servizi straordinari interforze di contrasto alla criminalità diffusa

Nelle giornate di sabato 12 dicembre e martedì 15 dicembre, in attuazione di quanto disposto dal Prefetto di Ferrara Michele Campanaro in sede di Riunione Tecnica di Coordinamento con le Forze di Polizia, sono state svolte sul capoluogo operazioni interforze “ad alto impatto” finalizzate al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti e dell’immigrazione clandestina.

I servizi straordinari interforze attuati seguono la programmazione di lungo periodo disposta su espresso atto di indirizzo del Prefetto e finalizzata ad un deciso potenziamento dell’attività di prevenzione e contrasto dei fenomeni delittuosi sull’intero territorio comunale con il massimo coordinamento delle Forze di Polizia, affiancando a quelle a competenza generale la Guardia di Finanza per gli eventuali servizi di specifica competenza.

Dopo i controlli nella zona dei Baluardi e vie limitrofe del 4 dicembre scorso, il dispositivo interforze ad alto impatto ha riguardato la zona di Pontelagoscuro-Barco e l’area di Via Scalambra e via del Lavoro dove i fenomeni dello spaccio di sostanze stupefacenti, verificati tramite il sistema di georeferenziazione dei reati, e connessi alle situazioni di immigrazione irregolare, incidono sul senso di sicurezza dei cittadini

I controlli – che si sono svolti con la partecipazione delle unità di rinforzo del reparto prevenzione e crimine Emilia Romagna Orientale di Bologna e con le unità cinofile messe a disposizione dalla Guardia di Finanza – sono stati estesi il giorno 12 dicembre alle aree di via Modena, via Padova, via Eridano – zona industriale “Cassana”, e via della Canapa, ed il giorno 15 dicembre a tutta l’area della GAD e delle zone limitrofe alla stazione centrale

I dispositivi interforze ad alto impatto messi in atto hanno consentito il controllo con finalità di prevenzione di 105 persone controllate e 62 veicoli verificati ed il controllo di due esercizi commerciali denunciata 1 persona e contestata 1 contravvenzione per il mancato rispetto delle norme di contenimento al covid-19.

Ulteriori servizi interforze saranno programmati nelle prossime settimane in aggiunta all’attività repressiva svolta nell’ambito degli “Ordinari servizi di Controllo del Territorio” dalle Forze di Polizia territoriali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *