Prostitute, Rendine (Gol): “Paghino le tasse”

12 prostituzioneLe prostitute paghino le tasse. E’ la richiesta contenuta nella mozione del consigliere di Gol, all’opposizione in Consiglio comunale, Francesco Rendine.

Il sindaco di Ferrara e la sua Giunta si attivino per fare in modo che le prostitute versino quanto dovuto nelle casse comunali. Ecco cosa chiede, in sostanza, Francesco Rendine, presidente del Gruppo consiliare Giustizia Onore Libertà, meglio conosciuto come Gol.

Il consigliere inoltre invita il primo cittadino a sollecitare il Governo affinché venga emanata una legge che preveda il pagamento delle tasse da parte delle prostitute, applicando studi di settore a chi svolge la professione più antica del mondo.

Questi i contenuti della mozione firmata da Rendine venerdì e che sarà presentata al Consiglio comunale di Ferrara: il consigliere ricorda un caso di un escort di Savona, in Liguria, che guadagnerebbe 36 mila euro all’anno alla quale, l’Agenzia delle Entrate, avrebbe intimato di pagare l’Irpef, le addizionali Irpef sia comunali sia regionali, i contributi previdenziali e l’Iva sugli “incassi lordi”. Una richiesta ufficiale, quella di Rendine, che ha più un significato politico e di riflessione sulla questione prostituzione.

In alcuni casi, infatti, le tasse non possono essere pagate: come, per esempio, quella parte di prostitute, anche sulle strade di Ferrara, vittime del racket gestito da organizzazioni criminali o anche da singole persone.

Un pensiero su “Prostitute, Rendine (Gol): “Paghino le tasse”

  • 09/07/2016 in 17:30
    Permalink

    Difatti, la prostituzione in Italia è già tassata; questo ai sensi dell’articolo 36 comma 34bis della Legge 248/2006, come chiarificato dalla Cassazione con le Sentenze n. 10578/2011, 18030/2013 e 7206/2016. Il Codice relativo è 96.09.09 “Altre attività di servizio per la persona non classificabili altrove”.
    Cosa aspettano i sex workers ad aprire la partita IVA e pagare le tasse in merito?

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *