Prostituzione in aumento sulle strade ferraresi – INTERVISTA

E’ in continuo aumento anche nella nostra città il numero delle donne straniere che vengono costrette a prostituirsi.

Per il 60%, spiega la Comunità Papa Giovanni XXIII, si tratta di donne di origine nigeriana costrette a pagare debiti ingenti ai propri sfruttatori.

Da qui la tavola rotonda organizzata per questa sera dalla Comunità Papa Giovanni in via Torboli, presso la Parrocchia del Corpus Domini, zona Via Bologna. Ospiti: l’assessore ai servizi alla persona Sapigni, la dottoressa Pignataro dell’ufficio immigrazione della Questura di Ferrara, l’avvocato Laila Simoncelli, esperta di immigrazione e diritto internazionale della comunità Papa Giovanni. Poi, fiaccolata lungo via Bologna. Obiettivo, individuare delle alternative per le donne vittime della tratta di esseri umani.

2 pensieri riguardo “Prostituzione in aumento sulle strade ferraresi – INTERVISTA

  • 08/02/2017 in 17:24
    Permalink

    A prescindere dai riti woodoo, in ambito di prostituzione tra soggetti maggiorenni, mi domando il motivo per il quale a cadere vittime della tratta di persone a sfondo sessuale debbano essere sempre le donne straniere, mentre quelle italiane ne debbano essere quasi esenti, sia in Italia, sia all’estero ed il motivo per il quale i marciapiedi del sesso a pagamento si svuotano durante le vacanze natalizie e pasquali, per non dire di osservare le stesse professioniste con uno smartphone in mano ed anche un’autovettura a disposizione. La risposta a tutto questo è quella che la schiavitù del sesso a pagamento non è molto diffusa.

    Rispondi
  • Pingback: Prostituzione in aumento sulle strade ferraresi – INTERVISTA - telestense - Questo è il mio corpo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.