Protesta al S.Camillo, incidente a Manrico Mezzogori – VIDEO

comacchio

Era salito sul terrazzo sopra l’ingresso del pronto soccorso per protestare contro la chiusura del pronto soccorso, e dopo essersi ancoràto con una corda si è lasciato calare dalla struttura. Ma qualcosa non ha funzionato e per Manrico Mezzogori, portavoce della Consulta Popolare, sono dovuti intervenire i Vigili del Fuoco.

L’estremità della corda, che Mezzogori si era fissato in vita, è scivolata sotto l’ascella fino ad arrivare a stringergli il collo

Il leader del movimento per la Salvaguardia del S.Camillo, che aveva già inscenato un’azione dimostrativa simile lo scorso ottobre (quando la consulta ha iniziato ad occupare pacificamente l’ospedale per tentare di fermare la trasformazione della struttura in Casa della Salute) è stato così costretto a ricorrere alle cure dell’ex pronto soccorso, dove è stato tenuto in osservazione

Da ieri pomeriggio il pronto soccorso è di fatto chiuso e per le urgenza si deve chiarare il 118, oppure recarsi all’ospedale del Delta di Lagosanto.

L’azienda usl ha potenziato il servizio aggiungendo un’auto medica e due ambulanza.

Ieri sera davanti al S.Camillo si è radunato un centinaio di persone. Il sindaco, Marco Fabbri, è arrivato alle 19. Insieme alla Consulta per la salvaguardia del S.Camillo anche l’altra Consulta, quella per la Salvaguardia del Delta, che sta portando avanti la protesta contro il servizio di pediatria, secondo la consulta più che depotenziato, deciso dalla riorganizzazione della sanità provinciale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *