Protesta contro la fusione Hera – Acegas

Chiedono al consiglio di avviare un dibattito pubblico sulla ventilata fusione di Hera con AcegasAps, la multi utility del Nord Est che con l’unione diventerà la Grande Hra, una società di servizi per l’erogazione dell’acqua, del gas e per la raccolta dei rifiuti che guarda anche all’Est Europeo. Un progetto di cui si sà poco, almeno, per il comitato Acqua Pubblica Ferrara che ieri ha protestato davanti al municipio e in consiglio comunale. Magliette, bandiere ma anche un punto interrogativo dipinto nel palmo delle mano per chiedere all’assemblea quale futuro ci sarà per i servizi pubblici di Ferrara. Il consiglio infatti è chiamato per il Comune di Ferrara, socio di Hera, a decidere su questa fusione entro il quindici di ottobre.

Il presidente della commissione consiliare sul controllo dei servizi pubblici locali, Alex De Anna, consigliere di Io Amo Ferrara intanto per domani pomeriggio ha convocato un incontro con i vertici di Hera. I dirigenti dovranno informare la commissione e quindi il consiglio su che cosa consisterà l’intera operazione.

Per il comitato,  che lamenta una mancanza di democrazia, la fusione va contro quanto i cittadini hanno detto con i recenti referendum, e cioè che i servizi che riguardano un bene universale come l’acqua, devono restare in mano pubblica. La fusione fa perdere – dice il comitato – territorialità all’azienda, i comuni dell’Emilia Romagna passerebbero in minoranza con solo il 42% ed a quel punto il controllo della stessa amministrazione ferrarese non si saprebbe più quale potrebbe essere all’interno di Hera.

Il consiglio comunale di Padova, nella giornata di ieri, nonostante diverse proteste, ha intanto approvato la fusione fra Hera e Aceagas e una settimana prima l voto per la fusione è arrivato anche da Trieste.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=3032c775-56e7-4595-ab52-84d5c8029847&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *