QUAL E’ LA VERA SPAL?

Quella che ha sfiorato la vittoria Terni o quella messa sotto dal Benevento. Venerdì pomeriggio, allo Store, La Mantia e Peda incontreranno i tifosi

L’interrogativo ce lo si sta ponendo da due settimane, ovvero dall’immediato post partita con il Benevento. La Spal è quella che ha sfiorato il successo a Terni o quella che è stata messo sotto sul piano del gioco e del risultato da Schiattarella e compagni? La risposta attesa, anche con un pizzico di impazienza, potrebbe scaturire dall’andamento della partita di Brescia. De Rossi ha potuto fruire della sosta per cercare di trovare gli equilibri tra il imitare i rischi a Alfonso e la possibilità di mettere in condizione gli attaccanti di rendersi efficaci. Anche se La Mantia, out per squalifica domenica, e Moncini, paiono attraversare un periodo di appannamento, è doveroso sottolineare come i compagni non li stiano assistendo con l’indispensabilità imprevedibilità e continuità. E’ questo il principale rebus che l’allenatore della Spal è chiamato a risolvere. Come? Individuando sistemi e uomini. Dovrà puntare maggiormente sugli inserimenti delle mezzali, oppure chiedere più spinta agli esterni? Tanto dipenderà dal lavoro del centrocampo. Scontato che in cabina di regia ci sarà Esposito, De Rossi dovrà scegliere gli interni. La possibilità di scelta è ampia, con a disposizione, in rigoroso ordine alfabetico, Maistro, Murgia. Proia, Valzania, Zanellato e Zuculini. Anche sulla sinistra è aperto un ballottaggio tra Celia e Tripaldelli, mentre in attacco dovrà essere scelto il partner di Moncini. La corsa è tra Rabbi e Finotto. In difesa, sempre in attesa del recupero di Varnier, Arena è destinato a prendere il posto di Peda squalificato. Si profila veramente una partita che potrebbe avere forte peso, anche psicologico, sul campionato di una Spal ancora a digiuno di successi esterni e con solo un punto di vantaggio sulla zona play-out. L’organico, ma con tante assenze, su cui può fare affidamento Pep Clotet, che insegue la vittoria da otto turni, può essere valutato dello stesso livello di quello nelle mani del suo collega alla guida della formazione ferrarese. Considerazioni che dicono tutto di come il match del Rigamonti vada considerato come un vera e propria prova della verità per De Rossi e la sua truppa, in attesa degli scontri diretti con Modena, Perugia e Palermo. Affrontarli con la spinta di un risultato positivo sarebbe di grande aiuto.

Nel frattempo da segnalare che venerdì, alle 18.00, La Mantia e Peda, saranno a disposizione dei tifosi, per foto, autografi e selfie, presso lo Spal Store di via Mazzini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *