‘Quale futuro per la democrazia?’: conferenza di Gianfranco Pasquino oggi alle 17 in Ariostea e online

Quale futuro per la democrazia? A tentare di rispondere a questa domanda, oggi, venerdì 26 novembre alle 17, sarà Gianfranco Pasquino nel corso della conferenza in programma nella sala Agnelli della biblioteca comunale Ariostea (via Scienze 17 Ferrara) e in diretta video sul canale YouTube Archibiblio web. L’incontro, a cura dell’Istituto Gramsci e dell’Istituto di Storia Contemporanea, sarà introdotto da Davide Nanni.

La democrazia è ancora il nostro destino, come sosteneva Norberto Bobbio, oppure sta lentamente passando di moda anche in Occidente? Molti pensosi intellettuali denunciano con la faccia triste che la democrazia è in crisi, è una causa persa, non potrà essere salvata; eppure in tutto il mondo persone di nazionalità, età, genere diverso hanno lottato per ottenere un regime democratico e continuano a farlo. Perché la democrazia è quel regime nel quale forse molti sono insoddisfatti, ma possono permettersi di esserlo e di gridarlo con voce più o meno alta, da soli oppure organizzandosi in gruppo. La democrazia ha un passato nobile, che merita di essere conosciuto, e un futuro che si costruisce con la partecipazione interessata e informata di tutti. Analizzeremo il suo stato di salute in Italia e nel mondo assieme al prof. Gianfranco Pasquino, professore emerito di Scienze Politiche presso l’Università di Bologna, già Senatore della Repubblica dal 1983 al 1996 e membro dell’Accademia dei Lincei. Tra i suoi libri più recenti scritti in merito ricordiamo Minima politica: sei lezioni di democrazia (2020) e Libertà inutile: profilo ideologico dell’Italia repubblicana (2021).

– L’accesso del pubblico alla Sala Agnelli (senza limitazioni di capienza) è consentito con Green pass e mascherina.

Per assistere alle dirette o rivederle in differita sarà sufficiente collegarsi al canale YouTube del Servizio Biblioteche https://www.youtube.com/channel/UC1_ahjDGRJ3MgG45Pxs90Bg

( Ph. gianfrancopasquino.com)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *