Qualità aria Ferrara peggiore che a Bologna nell’ultima settimana

01 PM10 sforamenti in citta

Questo inverno mite e soprattutto con poche precipitazioni sta rendendo preoccupante la situazione dell’inquinamento dell’aria a Ferrara.

Per una settimana si sono registrati sforamenti della soglia limite delle polveri sottili ma non c’è nessun blocco del traffico in vista. Nell’ultima settimana la qualità dell’aria a Ferrara è risultata peggiore rispetto a città come Bologna e Parma. E’ il quadro che si può tratteggiare se si incrociano i dati sull’inquinamento di Arpa.

Nella città estense da settimane non si registrano precipitazioni di rilievo e questo ha aggravato la situazione. La soglia limite delle polveri sottili come PM 10 e PM 2.5 venne avvicinata già martedì scorso, il 19 gennaio, con condizioni accettabili ma vicine allo sforamento. Poi, da mercoledì 20, ogni giorno Arpa ha analizzato i dati che riferivano continui sforamenti con l’aggravarsi della qualità dell’aria sabato 23 gennaio e soprattutto domenica quando le condizioni risultarono pessime.

Martedì poi il rientro sotto la soglia prevista dalla legge: qualche ora in più e sarebbe scattato, solo in questo inverno, il terzo blocco del traffico a Ferrara. Per domenica 31 gennaio, quindi, il traffico sarà normale ma se prossimamente si raggiungerà una settimana intera di sforamenti infatti, da martedì a martedì, scatterà lo stop al traffico la domenica seguente, come prevede il piano aria integrato regionale sottoscritto dal Comune di Ferrara. Il piano, oltre al blocco del traffico la domenica dopo una settimana di sforamenti, prevede il divieto di circolazione all’interno del Comune di Ferrara, da lunedì al venerdì, dei veicoli a diesel fino agli euro 3 e i benzina fino a euro 1. Da escludere ovviamente le categorie protette.

La Polizia Municipale “Terre Estensi” dovrebbe controllare gli accessi e per il 7 febbraio è prevista la prossima domenica ecologica come preannunciato dal piano regionale dell’aria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *