“Qualità della vita”, Ferrara 35esima e ultima in regione

FerraraC’è ancora il Trentino Alto Adige, in vetta alla classifica 2013 della Qualità della vita, l’indagine annuale del Sole 24 Ore. Prima la provincia di Trento e seconda Bolzano, che aveva conquistato la prima posizione nel 2012. Ferrara nella classifica, stilata sulla base di  base di 36 parametri, raggruppati in sei macro-aree, si piazza al 35esimo posto e, pur guadagnando 14 posizioni rispetto alla rilevazione precedente, resta ultima in regione.

Bologna è infatti al terzo posto, e, tra le altre province della regione, Ravenna raggiunge la sesta posizione nella classifica generale, Modena la 13esima, Reggio Emilia la 14esima, Forlì-Cesena la 15esima, Parma la 16esima Piacenza, la 17esima e Rimini, la 27esima. Chiudono la classica le province di Reggio Calabria, 105esima Palermo 106esima e la provincia di Napoli, 107esima.

Andando a vedere nello specifico della classifica, per la categoria “Tenore di vita”, che riguarda i consumi, i costi delle case, gli importi delle pensioni, e redditi pro capiti e i depositi bancari, Ferrara è 49esima e perde 6 posizioni. Guadagna invece 13 posizioni in quella relativa ai “servizi e ambiente” in cui risulta al 28esimo posto. Una categoria che racchiude la disponibilità di asili, per questa singola voce Ferrara ottiene l’ottavo posto a livello nazionale, la giustizia, l’indice climatico, l’indice di Legambiente e quello relativo alla emigrazione ospedaliera. Quanto alla macro-area “Affari e Lavoro” Ferrara è 23esima e guadagna ben 33 posizioni in materia di imprese registrate e fallite, occupazione femminile, export, e start-up innovativi per i giovani.

Migliora a Ferrara anche l’Ordine Pubblico, la nostra provincia è 20esima in Italia mentre l’anno scorso, per questa categoria era al 34esimo posto. In questa categoria confluiscono gli indicatori relativi a furti in casa, scippi, furti d’auto, rapine, truffe e frodi, aumento dei delitti denunciati ed estorsioni, voce quest’ultima per la quale Ferrara registra il secondo miglior dato nazionale, con solo 4 estorsioni ogni 100mila abitanti. Per la categoria “Popolazione” Ferrara ottiene il 53esimo posto, dove comunque recupera 10 posizioni rispetto al 2012.

A far parte di questa categoria la voce relativa ai divorzi e alle separazioni, il numero di abitanti, la natimortalità,  il numero di laureati tra i giovani, gli immigrati e l’incidenza dei giovani sulla popolazione.  Ultima categoria quella del tempo libero dove Ferrara ottiene il peggior piazzamento, 62esima con 11 posti in meno rispetto all’anno scorso. A contribuire alla perdita di posizioni l’indice di sportività per cui Ferrara è 80esima in Italia,  la percentuale di Librerie per cui siamo al 73esimo posto, la copertura con la banda larga, il numero di bar ristoranti cinema e volontari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *