Quattro condanne per la morte di Said Belamel

said

Tutti condannati i quattro imputati nel processo per la morte del 29enne marocchino, Said Belamel, il giovane che perse la vita davanti alla discoteca Madame Butterfly il 15 febbraio del 2010.

Per il giudice Testoni i quattro imputati dunque sono stati riconosciuti colpevoli del reato di omissione di soccorso. Il giudice Testoni infatti ha riconosciuto colpevoli di omissione di soccorso. I condannati sono l’amico che quella sera era con Said, Mounir Zouina, per lui la pena è stata di un anno e due mesi. Un anno invece per i due addetti al locale, Sandro Bruini e Paolo Nicolini e il tassista Paolo Campagnoli, condannato a sei mesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.