Questo è il momento delle riforme, anche per le Camere di Commercio – INTERVISTA

camera-commercio-ppMaurizio Marchesini, presidente di Confindustria Emilia Romagna è d’accordo sulla necessità del cambiamento: “Forse non siamo pronti, dice, per le macroregioni, come proposto provocatoriamente dall’economista, prof. Mosconi, che ha suggerito di accorpare Emilia Romagna e Toscana in una macroregione, una sorta di land alla tedesca, ma il cambiamento è necessario, per noi, ma anche per le Camere di Commercio, per le quali , ha precisato , “Serve una riforma, non la cancellazione”.

Alla guida della principale organizzazione rappresentativa delle imprese industriali della regione, Maurizio Marchesini, presidente di Confindustria Emilia Romagna, sa di rappresentare lo zoccolo duro del sistema industriale emiliano romagnolo, vale a dire quelle circa 8.000 imprese (per un totale di circa 350 mila dipendenti) che da sempre sostengono il tessuto economico e produttivo della Regione. Il 95% di queste imprese , dice, ha meno di 50 addetti, sono dimensioni decisamente non comparabili con la media delle imprese tedesche, ma hanno garantito nel passato lo sviluppo e la coesione sociale della regione, e sono in grado di garantire per il futuro il cambiamento necessario alle nuove sfide.”Non mi appassiona, aggiunge, l’appello di molti economisti a promuovere reti e aggregazioni, ma ’impegno nella ricerca e sviluppo, nell’innovazione e nella formazione” Sono queste le vie del cambiamento cui il sistema confindustriale si appresta con la cosiddetta riforma Pesenti e con le indicazioni date per la riforma del sistema camerale, di cui, ieri nel corso dell’assemblea di Unindustria Ferrara, hanno tessuto l’elogio, con riferimento alla CCIAA di Ferrara, sia il presidente uscente, Riccardo Fava, che il neoeletto presidente, Riccardo Maiarelli.

[flv image=”https://www.telestense.it/img-video/confindustria_cciaa.jpeg”]rtmp://telestense.meway.tv:80/telestense_vod/09-confindustria-e-cciaa_20140704172457.mp4[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.