Nuovo Questore di Ferrara: “Azioni più incisive in Gad come rimpatri”

questore capocasaAzioni più incisive in Gad come ad esempio i rimpatri per i clandestini, ma anche arginare la movida sbagliata, e poi più controllo del territorio e una maggiore attività di intelligence per prevenire.

Queste le prime intenzioni da neo Questore di Ferrara di Cesare Capocasa, che si è insediato ieri nella città estense.

“La Polizia di Stato che io amo è quella che sa intercettare i bisogni e le insicurezze dei cittadini, che sia sempre a disposizione nei luoghi della vita dei ferraresi”. Si è presentato con questa frase il nuovo Questore di Ferrara, Cesare Capocasa, subentrato a Giancarlo Pallini che sta già dirigendo la Questura di Ancona.

Ex Questore di Imperia, il 58enne è marchigiano originario di San Benedetto del Tronto, laureato in Giurisprudenza all’Università di Macerata, sposato con due figli, Capocasa ha passato una vita nella squadra mobile e ha anche diretto il Reparto Prevenzione Crimine dell’Emilia Romagna. E proprio quando ricopriva questo ruolo ha iniziato a sentir parlare, poco meno di 20 anni fa, di Gad.

“Mandavo io gli equipaggi in questa zona di Ferrara” ha detto e lunedì sera, il Questore, ha visitato personalmente il Gad, ma anche piazza Verdi, l’area attorno allo stadio e altre zone sensibili di Ferrara. Nel quartiere Giardino Arianuova Doro, il neo Questore vorrà essere più incisivo con un deterrente definito da Capocasa “notevole”: ovvero il rimpatrio dei clandestini che minano la sicurezza e l’ordine pubblico.

“Sarò molto pressante su questo, la comunità ha bisogno di risposte adeguate” ha detto il Questore: “La delittuosità è in calo in tutta Italia ma è in aumento la percezione di insicurezza” avverte. Polizia di Stato che continuerà a essere molto presente nelle scuole per diffondere la cultura della legalità e occorre un deciso cambiamento culturale, ha sottolineato Capocasa, “riguardo alla violenza di genere”

“Gli uffici della Questura devono esser preparati, anche dal punto di vista umano, ad accogliere le vittime” ha rimarcato il Questore che vuole una Polizia di Stato più vicina alla gente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *