Radicali contro il sindaco

Il presidente dei Radicali di Ferrara da oggi inizia l’iniziativa non violenta del digiuno. Tre capuccini al giorno per “indebolirsi” – dice – e favorire il sindaco Tiziano Tagliani a fare ciò che era tenuto a fare già tre anni fa: cioè dare seguito a una delibera che mette in rete tutto quanto succede all’interno dell’amministrazione comunale ferrarese affinché ci sia più trasparenza nei confronti dei cittadini.

Un provvedimento che fu il penultimo della legislatura Sateriale, che Tagliani, dopo essersi insediato, decise di applicare ma che dopo tre anni, nel frattempo i Radicali hanno fatto anche una petizione, in realtà non ha ancora attivato.

Qualche atto sul portale comunale in realtà c’è ma secondo i Radicali non sono affatto ritnracciabili e quindi poco trapsarenti.

I Radicali richiamano poi il sindaco su un’altra promessa mancata: consegnare per passione e amore civile un riconoscimento ai genitori di Federico Adrovandi. Operazione – spiega Zamorani – che Tagliani promise di fare nel corso della Settimana della Legalità, manifestazione avvenuta in autunno.

[flv]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120309_04.flv[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *