Rapporti incrinati insegnanti-studenti

scuola

Sembra che il rapporto tra insegnanti e scuola, in questi anni, sia andato incrinandosi sempre più. A testimonianza di questa situazione, ci sarebbero i numeri di chi sceglie, potendo, di andare in pensione e di quanti invece, non avendo raggiunto né l’età, né il numero di anni necessari, sono fortemente critici su quella che, al momento, è la realtà del mondo della scuola.

Da chi parla di una scuola troppo americanizzata e tecnologica, lontana dalla sensibilità dei ragazzi, alle classi sempre più affollate e poi gli stipendi troppo bassi, fino ad una immagine sempre meno considerata da un punto di vista sociale, per arrivare al rapporto problematico con i propri studenti e difficile con i loro genitori.

Il risultato di tutto questo è un aumento costante delle difficoltà, determinato anche dall’età degli insegnanti troppo anziani, a volte, per confrontarsi sugli aspetti tecnologici che rappresentano invece, la quotidianità per gli studenti.

Stando ai numeri sembrerebbe che siano stati circa 17mila, contro i diecimila del periodo precedente, gli insegnanti in fuga dalla scuola e che avrebbero fatto domanda di pensionamento, un numero davvero sconcertante e che la dice lunga sui mal di pancia che affliggono gli insegnanti, a partire dalla scuola elementare e materna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.