Rassegna di ‘Concerti in Salina’ da venerdì 2 luglio a venerdì 20 agosto

Anche i fenicotteri si danno alla musica: a partire da domani (venerdì 2 luglio, alle ore 18.00) nella Salina di Comacchio, la Civica Scuola di Musica di Comacchio in sinergia con il Conservatorio Verdi di Ravenna e il Conservatorio Frescobaldi di Ferrara, propone una rassegna di concerti dalla musica classica al jazz.

I concerti in Salina costituiscono un percorso formativo comune che consente una sinergica collaborazione fra gli istituti educativi tanto da portare la Civica Scuola di Musica di Comacchio a siglare una convenzione con entrambe le eccellenze della formazione professionale e artistica musicale di Ferrara e Ravenna.

Così il direttore della scuola musicale lagunare Giorgio Borgatti elenca i benefici derivanti dalla convenzione da poco siglata con entrambi gli Istituti “La nostra ambizione è quella di affiancarci ai Conservatori con l’obiettivo di crescere, partendo dalle competenze di base. La nostra Scuola dispone di un vivaio di giovani, studenti che intendiamo accompagnare fino al triennio accademico e di conseguenza al professionismo”. La convenzione ha infatti lo scopo di costituire una qualificata rete di scambio di esperienze finalizzata allo sviluppo della formazione musicale orientata alla professione, al coordinamento dei percorsi formativi di base per renderli omogenei e funzionali in vista dell’accesso ai corsi Accademici e alla promozione e diffusione della cultura musicale, attraverso esperienze didattiche, artistiche e di ricerca.

“Dopo più di un anno in cui il settore dei concerti è stato fortemente penalizzato, danneggiando in particolare i giovani musicisti – sottolinea Borgatti – abbiamo creduto in questa formula costruendo insieme ai Conservatori un programma di concerti di altissimo livello per sostenere la loro attività e soprattutto per dar modo ai giovani professionisti di confrontarsi con l’attività concertistica, naturale proseguimento del percorso formativo”. Da domani la Salina accoglierà dunque un raffinato programma musicale dalle note classiche al jazz, dalla musica mediterranea fino a quella brasiliana.

I concerti sono riservati agli ospiti della Salina, la prenotazione è obbligatoria [email protected] 345 3080049

Questo il programma dei concerti, con inizio alle ore 18.00:

Domani 2 Luglio – Quartetto di Clarinetti: in collaborazione con Conservatorio Verdi di Ravenna: Lorenzo Bonora, Arcangelo Pinto, Migena Lleshi, clarinetti,Francesco Franco, clarinetto basso Programma :W.A.Mozart Eine kleine nacht musick, Allegro e Romanza, G.Rossini Quartetto n°1 Primo Mov. dalle “Sonate a Quattro”, G. Rossini “Il Barbiere di Siviglia” – Sinfonia e Largo al factotum, Bizet Aragonaise from “Carmen”, Strauss “Pizzicato polka”, J.Kander “New York New York”, Z. De Abreu “Tico Tico”

9 Luglio – Danilo Lico Canta Brasil: in collaborazione con Conservatorio Frescobaldi. Danilo Lico, cantautore calabrese classe 89′, si avvicina alla musica brasiliana nel 2018 fondando un collettivo chiamato “Não Sonamu” con il quale si esibisce interpretando i grandi classici della MPB. Per l’occasione si esibirà in trio accompagnato da Federico Pierantoni al trombone e Matteo Diego Scarcella al Flauto, già membri del collettivo, per far rivivere, nonostante la lontananza culturale, la musica dei grandi poeti brasiliani quali Chico Buarque, Vinícius de Moraes, Gilberto Gil e Cartola.

16 luglio – Trilockale – in collaborazione con Conservatorio Frescobaldi. Il Trio è composto da Giuseppe Ferro alla voce, Federico Rubin al pianoforte e Riccardo Sindona alla chitarra. Formato dalla commistione di musicisti della scena ferrarese, propone attraverso il repertorio jazz/latin un insieme di sonorità distese, dalle connotazioni vicine alla musica mediterranea.

23 luglio – Quartetto Chitarra e Flauto, in collaborazione con Conservatorio Verdi di Ravenna. Il quartetto è composto da Alessia Amadio, Oleksandra Kharytoniuk e Giacomo PArini al flauto traverso e Matteo Sanchioni alla chitarra. Eseguiranno un repertorio connotato da alcuni dei più famosi brani di Beethoven, Mozart, Mendelssohn e Bartok, arrangiati per flauto e chitarra.

30 luglio – Quartetto di Chitarre, in collaborazione con Conservatorio Verdi di Ravenna. Il quartetto è composto da Andrea Pirani, Francesco Scaglioni, Matteo Sanchioni, Ettore Mazzoli. Eseguiranno un repertorio tratto dai compositori P. Hindemith, P. Bellinati, S. Assad, L. Brouwer e altri.

6 agosto – QUARTETTO DI SASSOFONI, in coll. con Conservatorio Verdi Ravenna. Il quartetto è composto da Francesco Albertazzi – sax soprano, Federica Paoli – sax alto, Riccardo Tramontani – sax tenore e Manuel Loiudice – Sax baritono. Il programma musicale, molto vario dal classico al moderno, propone brani di G. Caccini, G. Fauré, C. Daguet, N. Rota, A. Piazzolla, J. Garland, F. Mercury, The Blues Brothers

13 agosto – “AB Meet’s Trio” Ambra Bianchi (flauto traverso), Stefano Peretto (batteria), Enrico Trevisani (basso), Nicola Morali (tastiere). Jazzy flute sound.

20 agosto – La Rosa, Insalico, Napodano TRIO – in collaborazione con Conservatorio Frescobaldi. Il Trio è composto da Davide La Rosa, Diego Insalaco e Clelia Napodano. Nasce dall’incontro dei 3 chitarristi presso le mura del Torrione Jazz Club di Ferrara, nonchè attualmente sede del dipartimento jazz del Conservatorio Frescobaldi di Ferrara. Per l’occasione eseguirà un repertorio basato sul Blues, musica nata nei campi delle piantagioni di cotone degli Stati Uniti d’America, principalmente suonata nei territori adiacenti al Delta del Mississippi, ripercorrendo l’evoluzione di questo genere partendo dalle sue origini rurali, con artisti del calibro di Robert Johnson, Skip James, Son House, fino alla sua evoluzione più moderna che vede sicuramente come alcuni degli esponenti chiave Muddy Waters e B.B King, senza dimenticare che il Jazz ha fatto del Blues un suo importantissimo linguaggio, con artisti come Monk, Cannonball Adderley, passando anche per il più moderno Herbie Hancock. Un viaggio quindi, all’interno del Blues e della sua evoluzione nel tempo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *