“ReAttivi!”: Hera presenta il nuovo pozzo di scienza

Riaprono le iscrizioni al programma di divulgazione scientifica dedicato agli studenti delle scuole superiori. Il nuovo format offerto dal Gruppo Hera è inedito e flessibile e prevede attività, incontri e laboratori sia in presenza sia a distanza.

Tra le attività proposte, il collegamento con la Stazione italiana di ricerca in Antartide e interviste a scienziati tra cui Stefano Mancuso

Un pozzo di scienza – un nuovo.

L’offerta formativa di approfondimento messa a disposizione degli studenti delle superiori dal Gruppo Hera – ogni anno ne coinvolge oltre 20mila – non si ferma, anzi: l’edizione 2021 si rinnova completamente e porta a ragazzi e docenti un format inedito, ricco di contenuti e – come richiede il momento storico – flessibile nelle modalità di erogazione. Giunto ormai alla sua 15a edizione, quest’anno il programma propone infatti attività fruibili sia in presenza sia a distanza, per far sì che, a seconda delle specifiche necessità, ogni classe partecipante possa essere protagonista di esperienze innovative tra le meraviglie della scienza.

Sei macrocategorie per aiutare i ragazzi ad avere un approccio positivo e dinamico

Il programma di quest’anno si divide in sei macrocategorie, tra le quali i docenti potranno individuare quella più consona al percorso formativo delle singole classi. Coloro che accederanno al sito gruppohera.it/scuole/pozzo_scienza/ troveranno sezioni dedicate alle voci eventi, laboratori, visite guidate, web journal, peer debate e interview. Ognuna di queste contiene numerose attività, tutte accomunate dal tema richiamato nel titolo di questa edizione, ReAttivi! Un titolo (e un programma) calato nelle sfide del presente, che anticipa l’intento del pozzo di scienza di invitare i ragazzi ad avere un approccio dinamico alle difficoltà, ad affrontare le crisi con voglia di re-agire e modificare le abitudini, per generare un cambiamento e costruire nuove e migliori condizioni di vita, aiutandoli a capire che loro hanno in sé i semi della rinascita supportati da scienza, innovazione e tecnologia. Grazie alla chiave di lettura multidisciplinare e all’approccio creativo caratteristici del progetto didattico del Gruppo Hera, i ragazzi potranno riflettere sul contesto in cui vivono, stimolati ad osservare i dati e il loro andamento, analizzare ciò che hanno di fronte con una visione più ampia, collegando agli obiettivi dell’Agenda Onu 2030 gli argomenti sviluppati.

Le novità del 2021: intervista a Stefano Mancuso e collegamento con la Stazione italiana di ricerca in Antartide

Con gli eventi in streaming, andranno alla scoperta di professioni particolari, curiose e interessanti, ed esploreranno gli estremi confini della Terra o dello spazio. Ad esempio, si potrà scegliere l’eccezionale collegamento con la Stazione italiana di ricerca in Antartide, da dove gli scienziati racconteranno la vita in condizioni estreme e le ultime scoperte legate ai cambiamenti climatici; e con le interview, i ragazzi intervistano ricercatori e testimonial del mondo della scienza come Stefano Mancuso. Scienziato di prestigio mondiale, Mancuso illustrerà l’intelligenza e la capacità di adattamento del mondo vegetale, aiutandoli ad immaginare un futuro diverso per l’umanità. Grazie a web journal, si svelerà il complesso e affascinante mestiere del comunicatore scientifico, in costante equilibrio tra la complessità dei dati e la necessità di parlare al grande pubblico. E, con i peer debate, le classi potranno affrontare temi ambientali e di attualità, partendo da tesi e antitesi per scoprire che nella realtà esistono anche le sfumature. Non mancheranno poi i laboratori, ai quali quest’anno si aggiungono i discussion games, e infine i virtual tour, visite guidate agli impianti acqua, energia e rifiuti del Gruppo Hera, per scoprire i principali sistemi tecnologici e l’impegno nella gestione integrata delle risorse. Le iscrizioni, sul sito gruppohera.it/scuole/pozzo_scienza/, sono aperte fino al 30 gennaio 2021.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *