Record di visualizzazioni su You Tube per i video legati al Mondo Agricolo Ferrarese

Il Centro di documentazione dedicato al Mondo Agricolo Ferrarese MAF inizia il nuovo anno sotto buoni auspici: i video su YouTube che vengono periodicamente presentati hanno infatti superato le ventimila visualizzazioni! Si tratta di un vero e proprio record che la struttura espositiva di San Bartolomeo in Bosco, a Ferrara, ha raggiunto attraverso il proprio canale You Tube “Mondo Agricolo Ferrarese”.

Risultato che, per il settore in cui opera, rappresenta un traguardo di rilievo e che proprio per questo lo spinge a proseguire con entusiasmo nel suo lavoro di divulgazione della ruralità ferrarese tra passato e futuro. Lo schema progettuale proposto dal MAF, con la regia di Caterina Scaramagli e la collaborazione di Maria Roccati, ha dimostrato e continua a dimostrare un crescente interesse.

I temi affrontati sono i più diversi e spaziano dalle ricette della cucina tradizionale ai colloqui con autorevoli esponenti del mondo culturale, dagli esempi della meccanizzazione agricola di un tempo alle scorribande etnografiche seguendo il calendario di un tempo, dagli incontri rivolti alle scuole ai più disparati aspetti del mondo rurale, sempre diretti ai giovani.

Coloro che visiteranno il MAF in questi giorni (è obbligatorio il Green Pass rafforzato) avranno inoltre l’opportunità di ammirare, oltre gli splendidi cimeli del museo, la riproposizione di una mostra che il fondatore, Guido Scaramagli (quest’anno saranno programmate diverse iniziative in suo ricordo), organizzò in collaborazione con il Centro Etnografico del Comune di Ferrara agli esordi dell’istituzione del MAF.

Intitolata “Un paese dagli album di famiglia”, l’esperienza espositiva si sviluppò in stretto rapporto con la comunità di San Bartolomeo in Bosco (che fornì diverse centinaia di fotografie) e si concretizzò in un progetto che dal 26 dicembre 1982 al 15 gennaio 1983 venne presentato nella sala incontri del Museo del Risorgimento e della Resistenza di Ferrara.

Di recente, quelle immagini sono state oggetto di digitalizzazione da parte di Carlo D’Onofrio, che ha poi provveduto a ricreare fedelmente lo spirito della mostra originaria. Allestita nella sala espositiva del MAF con la collaborazione di Maria Roccati, sarà visitabile sino al 31 gennaio 2022. I visitatori potranno pure ritirare gratuitamente il catalogo della mostra, curato da Carlo D’Onofrio, Corrado Pocaterra e Gian Paolo Borghi.

Per accedere al Museo, è obbligatoria la presentazione del Green Pass rafforzato. L’iniziativa, come sempre gratuita, è promossa dal Comune di Ferrara, dal MAF e dall’associazione omonima. Ingresso dal martedì al venerdì ore 9-12; domenica e festivi ore 15,30- 18,30.

Per info: MAF – Centro di documentazione Mondo Agricolo Ferrarese, via Imperiale 263, San Bartolomeo in Bosco (Ferrara), canale YouTube www.youtube.com/channel/UC2z-L965uKEND91UjchoIAw, tel. 0532 725294 [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *