Redditi manager 2011, Gianattasio al primo posto

image_previewOgni anno, per legge, i “titolari di cariche elettive e direttive di alcuni enti”, cioè manager scelti, a volte dalla politica, per guidare istituzioni economiche pubbliche, del territorio, devono rendere nota la loro dichiarazione dei redditi e la loro situazione patrimoniale: dagli immobili intestati, anche in comproprietà, alle auto che possiedono sino alle società di cui hanno azioni.

Si parla di redditi complessivi, quindi lordi e non degli stipendi pagati dalla pubblica amministrazione (anche se a volte le due cose coincidono)
In questi giorni, in Prefettura a Ferrara, all’Ufficio di Gabinetto, è possibile consultare il bollettino relativo all’anno 2012 (i redditi sono riferiti quindi al 2011).

Lo stipendio più alto lo si trova in Camera di Commercio, dove il segretario generale, Mauro Gianattasio nel 2011 ha dichiarato un reddito complessivo di 150.674 euro lorde. Il manager dell’ente di largo castello è comproprietario di un immobile a Ferrara e di uno a Numana (in provincia di Ancona). Nella classifica, al secondo posto c’è Gianluca Vitarelli, presidente Sipro con un reddito complessivo lordo pari a 96.710 euro.

In terza posizione Piergiorgio Lenzarini: il presidente del Consorzio Pera dell’Emilia-Romagna, che ha sede presso il Centro Servizi Ortofrutticoli di Via Bologna, guadagna 88.232 euro lordi. Subito dopo il Presidente del Consorzio Pesca Nettarina della Romagna Igp, Paolo Pari, il quale, con un fabbricato in comproprietà nel comune di Cesenatico (in provincia di Forì-Cesena) ha dichiarato un reddito complessivo di 77.153 euro bordi.

A chiudere la classifica c’è Giancarlo Malacarne, presidente uscente di Delta 2000, la società cooperativa a responsabilità limitata. L’attuale sindaco di Massafiscaglia, nel 2011, in veste di manager pubblico ha dichiarato un reddito complessivo di 24,140 euro.

I redditi usciti sono relativi ad un tipologia specifica di enti come, appunto, camera di commercio e consorzi di tutela. Presto arriveranno i redditi degli altri manager pubblici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *