Referendum blocca-trivelle: il sindaco di Comacchio consiglia di votare “sì”

06 fabbri comacchio

Si avvicina la data in cui gli italiani dovranno esprimersi sul referendum relativo alle trivellazioni. Il Comune di Comacchio invita i propri cittadini a votare “sì”.

Comacchio si schiera apertamente per votare “sì” al referendum del 17 aprile con l’intenzione di dire “no” alle trivellazioni per salvaguardare le Valli e la Costa. Manca infatti un mese e mezzo alla consultazione dove agli italiani sarà chiesto di esprimersi, relativamente all’abrogazione della previsione di attività di coltivazione di idrocarburi attraverso la pratica delle trivellazioni.

Una valutazione su cui il sindaco Marco Fabbri era già stato chiaro con la delibera di Giunta del 26 agosto scorso, a cui era seguito un voto unanime che esprimeva dissenso nella delibera n.85 del 19/10/2015. L’area in questione, di un recente riconoscimento MAB Unesco, è inoltre particolarmente fragile, soggetta a subsidenza naturale ed antropica e a dissesto idraulico.

Fabbri, intanto, aggiunge un’opinione relativa alla scelta sulla data della consultazione: risparmiare centinaia di milioni di euro di soldi pubblici accorpando il referendum sulle trivelle con le amministrative sarebbe stato un atto doveroso in tempi di crisi economica e di spending review. Ciononostante, per i costi, ma anche per la delicatezza del tema, il sindaco auspica la massima partecipazione dei comacchiesi per raggiungere il quorum e per esprimere la propria opinione sia essa pro o contro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *