Elezioni e referendum 2020, alle urne al tempo del covid: affluenza ferrarese più alta di quella nazionale – VIDEO

Si sta votando da ieri in città a Ferrara, in provincia, in particolare a Bondeno e Comacchio chiamate a scegliere il prossimo sindaco, ma si sta votando anche in tutta Italia per il referendum costituzionale, amministrative e regionali.

Affluenza in calo ovunque, la pandemia ha sicuramente inciso e anche il maggiore tempo a disposizione per votare (alle scorse amministrative e allo scorso referendum si votò in una giornata unica). Qualche coda e tempi di attesa ovviamente più lunghi fuori dai luoghi del voto.

L’affluenza, aggiornata alle ore 23 di ieri, nel ferrarese era del 41,79%, più alta della media nazionale che è attorno al 39,38%.

Si vota fino alle ore 7 alle 15 di lunedì.

Ecco come è andata la mattinata di domenica nel seggio all’interno della scuola De Pisis in viale Krasnodar a Ferrara.

Si sta votando anche oggi, e lo si fa fino alle 15, a Ferrara e in provincia, in particolare a Bondeno e Comacchio che sono chiamate a scegliere il prossimo sindaco, si sta votando anche in tutta Italia per il referendum costituzionale, per amministrative e regionali.

Chiamati al voto, in totale, più di 270 mila ferraresi.

E’ molto probabile che l’emergenza covid in cui stiamo vivendo abbia inciso sui numeri, da sottolineare poi che il voto di queste ore è spalmato su un giorno e mezzo, all’ultimo referendum e alle ultime comunali si votò in una giornata unica.

Quindi dato più basso per Ferrara e provincia rispetto allo stesso dato di quattro anni fa allo scorso referendum, quando però si votò a dicembre, in epoca pre-covid e in un’unica giornata.

Alla stessa ora nel ferrarese si registrò un’affluenza del 74,6%, ed era il dato definitivo, ieri alle ore 23 era al 41,79.

Per il Comune più popoloso della provincia, la città di Ferrara, l’affluenza alle ore 23 era del 42,39%, leggermente più alta rispetto alla media provinciale ma più bassa di Masi Torello che è il comune con il dato dell’affluenza più alto: 48,01%.

Sarebbe Bondeno ma qui si vota anche per il sindaco.

Per la città di Ferrara una percentuale quindi in calo rispetto all’ultimo referendum sulla riforma costituzionale Renzi-Boschi, quattro anni fa, quando alla stessa ora aveva votato il 76,89% degli aventi diritto.

Amministrative, dati in calo anche qui per le affluenze.

A Comacchio, dove si sta scegliendo tra quattro candidati sindaco, alle 23 aveva votato il 38,27% degli aventi diritto.

Alle ore 23 di tre anni fa, alle scorse comunali, il dato era più alto, 52,07%.

Affluenza in calo anche a Bondeno che deve scegliere il prossimo primo cittadino tra quattro candidati, alle 23 aveva votato un bondenese avente diritto su due: il 53,35%.

Alla stessa ora di cinque anni fa, alle scorse comunali, la media era leggermente più alta, del 64,09%.

Ricordiamo che questi dati subiscono anche l’effetto dell’emergenza covid e dell’arco temporale in cui si vota: in questo caso un giorno e mezzo, alle scorse elezioni si votò in un giorno unico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *