Reno, nasce comitato per non essere “paese fantasma”

Un campanile pericolante tiene in ostaggio più di 10 famiglie, tuttora sfollate, e 4 esercizi commerciali. Siamo nel centro di Reno Centese, diventato zona rossa subito dopo il terremoto di maggio.

Il campanile infatti se cadesse potrebbe causare seri danni alle case e ai negozi circostanti. Sono passate diverse settimane e dopo la querelle tra il sindaco di Cento, Piero Lodi, e la Soprintendenza, la prossima settimana dovrebbe sbloccarsi la situazione, come ha confermato il primo cittadino. Si incomincerà a smontare da dentro il campanile e lo si metterà in sicurezza per riaprire la zona rossa.

Gli abitanti di Reno centese però si sono stancati di aspettare dopo quasi due mesi fuori casa e con i negozi chiusi.

Così si stanno organizzando per formare un comitato di cittadini, per non far diventare Reno un paese fantasma, anche dopo che sarà riaperta la zona rossa.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=a5c1531b-05f4-4ba5-b816-dea41ca28904&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *